Cerca

Cina, il regime festeggia l'anniversario

In India arrestati attivisti tibetani

Cina, il regime festeggia l'anniversario
Un gruppo di oltre venti attivisti tibetani sono stati arrestati oggi a New Delhi per aver tentato di saltare all'interno del recinto dell'ambasciata della Cina in India, mentre a Pechino erano in corso i festeggiamenti del 60/o anniversario della nascita della repubblica popolare. Lo scrive l'agenzia di stampa indiana Ians. Fonti della polizia hanno confermato all'agenzia che “verso le 9,30 (le 6 italiane) un gruppo di tibetani, tutti residenti in India, hanno cercato di introdursi nell'area della rappresentanza diplomatica, ma sono stati catturati”. Le comunità tibetane indiane - circa 100.000 persone - hanno in programma una serie di proteste per tutto il periodo 2009-2010 per commemorare i 50 anni del primo tentativo, non riuscito, di “spingere gli invasori cinesi” fuori dalla loro terra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    03 Ottobre 2009 - 10:10

    Non credo che sia facile parlare di un'altro mondo,sì un'altro mondo che,pur avendo una storia ricchissima di cultura filosofica e letteraria,risorgendo dall'inferno della povertà,dslle guerre fratricide ed altro ancora,è stata in grado di meravigliared il mondo trasformando la sua rivoluzione comunista in simbiosi con l'attuale rivoluzione capitalistica senza alcuna scossa sociale di sommovimento di protesta.I nostri politici,tremano ad amministrare un popolo di 60 milioni di cittadini circa ed un territorio di 360.000 Kmq.circa mentre la Cina,se non vado errando ha un territorio di 9 milioni di kmq. e oltre un miliardo e mezzo di persone. Certo che con una simile popolazione u n certo polso fermo è necezssario,altrimenti,non sarebbe mai diventata la Potenza economica e militare che è. Vorrei tanto conoscere questo Paese ma,mi è impossibile sia per un problema economico che di età. Faccio tanti auguri a questo grande Paese.Nicola Guastamacchia

    Report

    Rispondi

blog