Cerca

I capelli delle donne birmane

in vendita per pagare i ponti

I capelli delle donne birmane
Saranno costrette a vendere i loro capelli delle donne birmane di Sangaing, a nord di Myanmar, per finanziare la costruzione di alcuni ponti necessari a raggiungere una delle pagode più sacre del Paese. Circa centomila donne, infatti, hanno già donato quasi 2.500 chilogrammi di capelli ottenendo un profitto di 200 milioni di Kyat, circa 121mila euro. Il fondo è stato quindi destinato alla costruzione e riparazione di un totale di 16 ponti che conducono al parco nazionale di Alaungdaw Kathapa, all'interno del quale si trova la pagoda omonima, uno dei siti buddisti più venerati al nord dell'ex-Birmania. Stando a quanto riportato dalla stampa locale, le chiome, da sempre prodotto di esportazione in uno dei Paesi più poveri al mondo, sono state vendute a mercanti cinesi per 48 euro al chilogrammo. La donazione ha avuto inizio lo scorso marzo quando sono stati istituti ben 13 centri di raccolta nei municipi della divisione di Sangaing.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog