Cerca

Sarkozy, polemiche sul figlio

"È un attacco rivolto a me"

Sarkozy, polemiche sul figlio
Più di due terzi dei francesi e più della metà dell'elettorato di centro-destra critica la probabile nomina di Jean Sarkozy, figlio del capo dello Stato francese, alla guida dell'Epad, l'organo pubblico che gestisce il grande quartiere d'affari della Defense alla periferia di Parigi. Il sondaggio è stato pubblicato oggi su Le Parisien.  "Non è mio figlio a essere nel mirino, sono io". Ne è convinto il presidente francese Nicolas Sarkozy che in un'intervista torna sulle polemiche intorno alla candidatura del figlio alla presidente della Defense. "La cattiva fede e la cattiveria di coloro che mi attaccano - ha detto il capo dell'Eliseo a "Le Figaro" - non inganneranno i francesi"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alphacento

    16 Ottobre 2009 - 10:10

    beh insomma, candidare un raggo di 23 non ancora laureato ad un posto così importante mi sembra proprio un atto di nepotismo. Non penso che Sarko lo abbia candidato personalmente ma, chiunque all'interno del partito lo abbia fatto, penso che il cognome del giovane sia stato incisivo nella nomina. detto questo sembra che Sarko abbia imparato molto bene da Berlusconi. Le loro parole (attacchi personali contro di me, i francesi sono dalla mia parte ecc.) sono molto ma molto simili. Ormai i leader politici hanno trovato il modo di evitare le critiche; esse sono sempre personali e mai basate sul loro operato.

    Report

    Rispondi

blog