Cerca

Polanski finisce all'ospedale

stressato dalla galera

Polanski finisce all'ospedale
 Il regista francese Roman Polanski, detenuto dal 25 settembre scorso in Svizzera, è stato portato in ospedale per essere “sottoposto ad alcuni esami medici”. Lo ha reso noto il suo avvocato, il francese Hervè Temime. “Sono al corrente del fatto che si è sottoposto ad esami medici” ha detto il legale, che però ha rifiutato di dare ulteriori precisazioni. Secondo il quotidiano svizzero Blick, il regista, 76 anni, è stato portato in un “ospedale del cantone di Zurigo”. Il console generale di Francia, Jean-Luc Faurè-Tournaire, ieri si era detto inquieto per le condizioni di salute del regista franco-polacco, arrestato tre settimane fa su mandato di cattura americano per il presunto stupro di una tredicenne a Hollywood, nel 1977. Ieri il console ha fatto visita al penitenziario di Winterthur in cui Polanski è detenuto ed ha confermato la sua preoccupazione: “Sono effettivamente inquieto. Non è a 76 anni che si va in prigione. Polanski è un vero signore. Le autorità svizzere comunque sono state molto corrette, sono molto educate e fanno un lavoro molto rispettabile”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    18 Ottobre 2009 - 18:06

    E perche' no? Io ce li manderei dentro a 73, a 76, a 80...

    Report

    Rispondi

  • dellelmodiscipio

    18 Ottobre 2009 - 12:12

    Giurerei che ha scritto un testamento biologico (spirituale non credo). Dovrebbe suonare così, a braccia: "Quando fossi impossibilitato a vivere come ho sempre voluto vivere (e qui ci siamo), quando sarò vecchio MALATO incapace di godere le cose elementari della vita biologica (c'è vicino a quanto si legge) e i miei amici e conoscenti concordassero (verissimo), non mi alimentate nè datemi più acqua da bere, io non ho mai speso una parola per sostenere che Eluana non dovesse essere eseguita."

    Report

    Rispondi

  • vauban73

    18 Ottobre 2009 - 12:12

    Non è "un signore" chi mette le mani su un bambino, non esimio console di Francia...E' un porco e basta. E deve pagare. Ah...dimenticavo: che ti aspettavi da uno che viene da una nazione che si ritrova come ministro un dichiarato pedofilo ??? A quando la castrazione chimica ( e sarebbe il minimo... ) per pedofili e stupratori ???

    Report

    Rispondi

  • gbbonzanini

    17 Ottobre 2009 - 19:07

    che possa crepare in ospedale ma fra mille inumane sofferenze.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog