Cerca

In Louisiana un giudice

vieta i matrimoni interrazziali

In Louisiana un giudice
 Questo matrimonio non s'ha da fare. Nonostante il fatto che l’inquilino della Casa Bianca sia Barack Obama, c’è un paesino della Louisiana, nel profondo sud degli Stati Uniti, dove un inedito Don Abbondio, un giudice di Hallmond vieta ancora i matrimoni interrazziali. “Di solito non funzionano”, dice la toga Keith Bardwell, e poi finisce che “si mettono al mondo dei figli che sono i primi a soffrire, per questo vanno tutelati”. Queste le spiegazioni del giudice per giustificare la sua decisione di negare il matrimonio a una donna bianca Beth Mc Kay con il suo fidanzato di colore Terence. Il magistrato, parlando con la stampa locale, ha sottolineato di non essere un razzista, ma di aver negato le nozze spinto solo dalla preoccupazione circa la felicità futura dei figli che potrebbero nascere dalla relazione dei due sposi. In particolare, il giudice ha ricordato che secondo la sua esperienza questi bambini finiscono per sentirsi estranei sia tra i bianchi, che tra i neri. Queste tesi stravaganti sono però smentite dalla legge e dai fatti: la Corte Suprema nel 1967 ha abolito le ultime leggi che vietavano i matrimoni misti che tra il 1970 e il 2005 sono quadruplicati. Oggi 8,5 milioni di americani hanno contratto un matrimonio di questo tipo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alphacento

    19 Ottobre 2009 - 10:10

    va beh i vari pontida, cucciolo26 e mrjeckyll non avrebbero problemi a vietare matrimoni interregionali in Italia (specialmente tra persone del sud e del nord) quindi non c'è da stupirsi di questa loro presa di posizioni. Queste persone si riempono la bocca di critiche nei confronti dell'islam radicale per poi adattarne le idee a loro comodo e per la loro cultura. Siete intolleranti e disilluminati come gli islamici che tanto odiate.

    Report

    Rispondi

  • antari

    19 Ottobre 2009 - 08:08

    la esorto a non seguire i consigli di mrjeckyll: nonostante i ripetuti tentativi, costui non riesce a trarre beneficio dalla consultazione del vocabolario della lingua italiana. Non e' un gran male: in circolazione c'e' ben di peggio, quindi tolleriamolo.

    Report

    Rispondi

  • edcoluc

    19 Ottobre 2009 - 08:08

    Chissà se anche negli USA la locale associazione nazionale magistrati insorgerà contro il presidente Obama, se criticherà certe sentenze ...

    Report

    Rispondi

  • allengiuliano

    18 Ottobre 2009 - 18:06

    Sarei propenso a non far sposare anche quelli che sono di religione islamica con altri di religione diversa. Questi "infedeli" non possono cambiare religione pena la morte, devono per forza cambiare gli altri? Non è una forma di razzismo questo? Non credo che questo cesso di religione sia l'unica giusta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog