Cerca

Libertà di stampa: Strasburgo

boccia mozione della sinistra

Libertà di stampa: Strasburgo
Il Parlamento europeo, riunito in seduta plenaria a Strasburgo, ha bocciato per solo tre voti anche la risoluzione sulla libertà di stampa in Italia ed in altri Stati membri presentata dai gruppi di centrosinistra. Nel testo si denunciavano in particolare anomalie nel caso italiano e pressioni da parte del governo contro i media italiani ed europei. Su 686 votanti, i favorevoli sono stati 335, i contrari 338, gli astenuti 13.

Bocciata anche la mozione del centrodestra - Poco prima, il Parlamento aveva bocciato un’altra risoluzione sulla libertà di informazione in Italia ed in altri Stati membri presentata dai gruppi del centrodestra in cui si sosteneva che in Italia non c'è alcuna minaccia alla libertà di informazione. Su 644 votanti, i voti favorevoli sono stati 297 e i voti contrari 322. Gli astenuti sono stati 25.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Indietrotutta

    23 Ottobre 2009 - 15:03

    non sono passate, quindi il problema esiste altrimenti sarebbe passata la mozione della destra.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    21 Ottobre 2009 - 20:08

    Mi domando,dopo tali figuracce,come fanno gli attuali rappresentanti politici a girare per le strade italiane ? - In Italia,ormai,trà Anno Zero,Ballarò ed altri canali radio/tv consimili che,quotidianamente,diffamano l'attuale governio anche se portasse l'acqua con le orecchie,non riesco a capire come hanno fatto a dire, che nel nostro Paese, non vi è libertà di stampa e di parola. Ormai lo scempio ideologico di questa sinistra ideologicamente corrotta sul piano morale che è diventata una scuola sociale di istigazione a delinquere dichiarando apertamente,attraverso loro adepti,di voler uccidere il Presidente del Consiglio ed altri ministri di questo Governo, hanno anche il coraggio di dire che quì non vi è libertà. Nessuno, delle migliaia di magistrati esistenti,oppure lo stesso CSM,si è sentito in dovere di iniziare una indagine di polizia giudiziaria affinchè codesti pazzi furiosi siano perseguiti per legge per istigazione a delinquere. Il Presidente della Repubblica dichiara inquietante una goliardata di un giornalista verso un magistrato ma non dichiara inquietante quanto già da diverso tempo sta accadendo al Presidente del Consiglio di questo Stato. Siamo noi cittadini ad essere inquieti. Distinti saluti.

    Report

    Rispondi

  • mrjeckyll

    21 Ottobre 2009 - 16:04

    La sinistra italiana è merda. Scusate ma non è una mancanza di rispetto: è la realtà dei fatti. Si deve comunque rispettare i gusti di tutti, anche quelli dei mangiamxxxx. Buone primarie a tutti !

    Report

    Rispondi

blog