Cerca

Incidente a Santo Domingo:

tutte donne le vittime italiane

Incidente a Santo Domingo:

Sarebbero 29 le persone che hanno perso la vita in un incidente stradale nell’isola di Santo Domingo, in America. Tra loro ci sono quattro italiane. Dopo lunghe ore, i loro corpi sono stati identificati. Lietta Marucco, 31enne di Borgo d’Ale (Vercelli), è la figlia del preside della scuola media locale e lavorava come pubblicitaria a Torino; Nadia Cosco, anche lei del Vercellese, aveva 21 anni e si trovava sull’isola con il fidanzato Andrea Marotta, anche lui rimasto coinvolto nello scontro, ma le sue condizioni non sono gravi; la terza vittima è Rosella Galbusera, di 50 anni, insegnante a Morbegno, in provincia di Sondrio: era in vacanza in compagnia del marito, un dentista che è rimasto illeso; Cinzia Zaottini, di 45 anni, è fiorentina ed era in ferie con la sorella rimasta ferita. Tra i feriti c’è anche un bambino, mentre altre tre persone sono ricoverate in condizioni gravi presso l’ospedale dalla capitale dell’isola. In totale sarebbe 19 i connazionali coinvolti nell’incidente.
Le dinamiche restano ancora tutte da definire e le notizie sono frammentarie anche per le diverse versioni che giungono dalla polizia locale e della protezione civile. Secondo gli agenti di Higuey, le vittime sarebbero appunto 29, mentre il direttore della protezioni civile, Luis Luna Paulino, ha parlato di 19 morti. Morti e feriti sono stati trasportati in ospedali e strutture sanitarie diverse, rendendo ancora più complicata la loro identificazione.
Stando ad una prima ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine locali, un furgoncino avrebbe tentato un sorpasso azzardato andandosi a scontrare con l’autobus del sindacato degli autisti professionisti di La Romana, con a bordo solo passeggeri dominicani. Mentre si stavano recuperando le prime vittime, sarebbe sopraggiunto il bus dei turisti che è andata a centrare i mezzi ribaltandosi. Tutto questo nella mattina di ieri, alle 8:45, ora locale.
L’imprenditrice Mafalda Formisano, da anni operante nel settore del turismo, in una intervista rilasciata via telefono alla Rai ha descritto le pessime condizioni meteorologiche di questi giorni: “Già dalla notte precedente l'incidente stradale si era scatenata una tempesta tropicale: abbiamo avuto due giornate di pioggia e vento che certamente non hanno favorito la visibilità”.
Cordoglio ai familiari delle vittime è stato espresso dal ministro degli Esteri Franco Frattini che ha augurato anche un pronto ristabilimento ai feriti. Un funzionario dell’Ambasciata italiana è stato inviato sul luogo della tragedia per offrire collaborazione alle autorità locali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog