Cerca

I guardiani della castità

nelle strade di Gerusalemme

I guardiani della castità
Un esercito di “guardiani della castità” ha iniziato a battere e a seminare il panico nelle strade di Beit Israel, sobborgo di Gerusalemme abitato in prevalenza da religiosi ebrei di origine sefardita, alla caccia di peccatori da bastonare più o meno metaforicamente. Secondo le testimonianze raccolte fra i residenti, queste pattuglie di improvvisati difensori della modestia sarebbero spuntate fra gli adepti delle sempre più numerose comunità ultraortodosse della zona per aggredire violentemente diverse persone colpevoli ai loro occhi di gesti o stili di vita immorali. Tra le vittime, una giovane divorziata, ustionata con acqua bollente giorni fa e percossa sulla pubblica via. Ma c'è anche chi riferisce di un'irruzione nell'appartamento di alcuni studenti americani, accecati con spray lacrimogeno e derubati di un computer dove pare fossero stati scaricati film porno. Non mancano inoltre episodi d'intimidazione - con scritte di avvertimento sui muri e porte d'ingresso imbrattate con vernice - contro le case di 'colpevoli’, sospettati di dare scandalo, per un motivo o per l'altro, o comunque di non essere abbastanza rispettosi dei precetti della più draconiana ortodossia ebraica. Non si sa se appartenga allo stesso gruppo anche il giovane attivista che da qualche tempo viene visto aggirarsi nei dintorni con fare aggressivo per obbligare uomini e donne a camminare rigorosamente su marciapiedi separati, ai due lati opposti delle strade. Pronto a punire i 'trasgressori’ con spruzzi di sostanze irritanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • autoreslibero.it

    27 Ottobre 2009 - 18:06

    Israele e'assente in Internet non teme niente di niente e non vuole essere il piu'potente e riconquistare la propria terra.Cosa dicono i Palestinesi di questo comportamento da parte dei guardiani della castita'?La palaestina ha dei siti per boicottare Israele ma Israele pare completamente assente da Internet.Invece di pubblicare solo delle notizie approssimate la Palestina dovrebbe aprire un blog di conversazione odierno in Italia e dare la possibilita'al boicottaggio tramite il blog,forum non farne solo della pubblicita',a Israele va molto bene che la Palestina sia presente e forte.

    Report

    Rispondi

  • dellelmodiscipio

    27 Ottobre 2009 - 14:02

    Ah, l'integralismo malattia infantile del moralismo scientifico! Pistole ad acqua, pernacchie, mascheroni, bandiere, trombe, pennacchi e piume di struzzo. Torquemada, Dipietro e Intelligence USA sono ancora lontani.

    Report

    Rispondi

  • mrjeckyll

    27 Ottobre 2009 - 12:12

    Se dici così sei un integralista anche tu, solamente che hai altri valori di riferimento. Il fanatismo non è una brutta cosa, se lo condividi con la stragrande maggioranza della massa, no? il problema è quando ti trovi in una minoranza moderata !

    Report

    Rispondi

  • allengiuliano

    27 Ottobre 2009 - 09:09

    Quando la demenza religiosa arriva a tale livello bisognerebbe "sparare/eliminare/cancellare" dalla faccia della terra, questi idioti integralisti che non servono al bene della gente, ma solo a portare oscurantismo nei propri paesi. L'idiozia religiosa è la peste del dopo 2000, ebrei/mussulmani ecc...

    Report

    Rispondi

blog