Cerca

Perquisizioni alle banche

La Svizzera protesta

Perquisizioni alle banche
Dopo la maxi operazione della Guardia di Finanza che ha effettuato dei controlli su settanta filiali di banche svizzere in Italia, gli elvetici reagiscono indignati. Le autorità svizzere hanno convocato l'ambasciatore italiano dopo le perquisizioni in 76 filiali italiane di istituti finanziari svizzeri. Il ministro degli Interni elvetico, Pascal Couchepin, ha definito l'operazione 'un atto discriminatorio' e una 'razzia' nei confronti delle banche elvetiche. La situazione 'ci preoccupa', ha aggiunto. L'ambasciatore italiano a Berna - ha annunciato il portavoce del governo elvetico - dovrà fornire spiegazioni 'su un'azione percepita come discriminatoria'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RANMA

    29 Ottobre 2009 - 11:11

    La razzia l'hanno fatta i "cari" svizzerotti che hanno fatto man bassa dei miliardi di evasori di tutto il mondo.Uno staterello che definirei come Bismark definì l'Italia solo UN'ESPRESSIONE GEOGRAFICA".Dove ti sputano addosso e ti trattano da pezzenti nonostante i fiumi di denaro Italiano. Per chi non è mai stato in Svizzera dico:Provate ad andarci vedrete quanto disprezzo hanno verso di noi..Ma è la Svizzera che come la Francia sono snob sputano veleno contro di noi e nessuno dice niente schiacciati forse da tanta tracotanza.. Insomma cari orologiai a cucu' RIDATECI I NOSTRI SOLDI E BASTA..CHE SE LO FACESSERO TUTTI LA SVIZZERA TORNEREBBE AD ESSERE QUELLO CHE è NATA PER FARE : GUARDIE PONTIFICIE E CIOCCLATA,ORMAI NEMMENO PIù DI QUAITà PERCHè UNA LEGGE PERMETTE DI AGGIUNGERE MOTO PIù BURRO DI CACAO.. Buona mungitura a tutti...

    Report

    Rispondi

  • falconiere2

    28 Ottobre 2009 - 18:06

    Cosa potrà mai dire l'ambasciatore italiano a Berna circa l'azione della GdF presso le banche svizzere definite "discriminatorie" dal portavoce del governo elvetico? Rispetto a che cosa l'azione è discriminatoria? Forse alle banche delle isole Samoa o di Figi o altri paradisi fiscali? Secondo me l'ambasciatore italiano a Berna dovrebbe dire: sono soldi di evasori italiani che devono rientrare in Italia. Punto e basta.

    Report

    Rispondi

blog