Cerca

I cinesi si arrendono agli Usa

Disneyland sbarca a Shanghai

I cinesi si arrendono agli Usa
Dopo un'opera di corteggiamento ventennale, la Walt Disney Company ha ottenuto l’autorizzazione dal governo cinese a costruire un parco divertimenti sullo stile di Disneyland a Shanghai. Lo ha annunciato Robert A. Iger, capo esecutivo della Disney. Gli analisti stimano il parco, senza alberghi e infrastrutture, costerà 3mila 500 milioni di dollari, diventando così il più grosso investimento straniero in Cina. La nuova struttura, che avrà le dimensioni di quelle di Parigi e Tokyo, dovrebbe aprire entro cinque o sei anni.

I piani della Disney sono ambiziosi: il progetto è quello di ampliare la struttura negli anni a venire fino a raggiungere un numero di visitatori simili al parco della Florida che ne conta 45 milioni all’anno. Attraverso la struttura poi l’azienda conta anche di innescare l’interesse per i prodotti della società e creare ordini per mille trecento milioni di dollari.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog