Cerca

Brasile, espulsa dall'ateneo

"Troppo provocante"

Brasile, espulsa dall'ateneo
Espulsa dall'università perché troppo bella. E provocante. Sono queste le motivazioni con cui una ventenne di Sao Paolo, in Brasile, è stata allontanata dall'ateneo dove studiava, nell'università provata di Bandeirantes. Sembra che la ragazza si presentasse in aula con minigonne da capogiro e scollature azzardate. Insultata da buona parte degli studenti dopo l'ennesima provocazione, la giovane è dovuta uscire dall'edificio scortata dalla polizia.
I responsabili dell'ateneo hanno pubblicato un comunicato sui giornali nel quale precisavano che la ragazza, Geysi Villa Nova Arruda, è stata cacciata "per la sua mancanza di rispetto alla dignità accademica e morale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    09 Novembre 2009 - 13:01

    Oramai la televisione è la droga della famiglia, Pompieri piromani, moralisti che li manda Ra3 e poi ce li rimanda la Sinistra la regala del bue che chiama cornuto l asino trasformerà: come una VIP che seppure ha una montagna di tanè vuol apparire come una verginella rifacendosi il naso per troppo sniffare, così la televisione li candidano alla serie siamo tre porcellin, ma ti abbiamo freghete noi acciappan tanti danè e tu, paghi! Così dopo il danno, la beffa! Dobbiamo pure sopportare vedere parrucconi culatoni di farci la morale che fare il trans è duro? Questi non sanno che esiste il burro, vasellina e mai visto il film Ultimo tango a Parigi? Purtroppo la verità fa male per questo non si deve dire, disegnare o pubblicare vignette, se Daniela Santanchè, leader del Movimento per l Italia, dice: Maometto per noi era poligamo e pedofilo, perché aveva nove mogli e l ultima di nove anni e Ali Abu Schwaima, Presidente del Centro Islamico di Milano e Lombardia, un professionista delle risse televisive a sfondo religioso. sbraita la Schwaima, mentre la Santanchè continua a ripetere: Maometto per noi era pedofilo. Schwaima non si placa e grida: I musulmani non sono quelli che mettono le bombe, mentre la Santanchè invita l Europa a occuparsi del fatto che in Arabia Saudita vendono le bambine agli sceicchi . Ancora il Presidente del Centro islamico: Riteniamo il crocifisso un falso storico, ma non chiediamo di toglierlo dalle scuole . E noi cosa dovremmo fare, ringraziare per la concessione? La realtà - conclude la Santanchè è che in Italia ci sono Imam che istigano alla violenza e Moschee che sono fabbriche d odio. Questi signori hanno l arroganza di spiegarci cosa è giusto e cosa è sbagliato. Per questo chiedo regole certe e, finché non ci saranno, mi batterò contro le ipocrisie delle posizioni politically correct . Quelle, per intenderci, che piacciono tanto alla sinistra. Ma non crediate che oramai la TV svende l oppio dei Popoli, cioè, cazzate che, divide anziché unirci per amarci? Prendiamo le fiction prima si chiamavano telenovelas ora polpettoni che ti restano sullo stomaco sì, ma per digerirli visto, che, i teleutenti meglio teledipenti, sofferenti di una sorta di Sindrome di Stoccolma sono diventati guardoni ed affamati di Cult sì, ma negativi, poi li rivediamo nella cronaca nera: riti satanici, stalking, bulletti perché anche una scuola televisiva! In poche parole scimmiottano di quella la tv o film che, ti fanno vedere sulla vita di un criminale che diventa cult, oppure una Demi Moore che con colpo di fondo B culo non si può dire e schiena, appena ristrutturato con 6000 dollari, scaraventare la Draw Barrimore da un grattacielo allaltro! Così il George Clooney passa da vip a grande attore, ma scusate mi dite in quale film od opera magistrale ai posteri? http://forum.panorama.it/f14/criminali-froci-e-trans-diventano-vip-cult-ed-imitati-t16141/ http://www.youtube.com/watch?v=zUz-4WxVJJw

    Report

    Rispondi

blog