Cerca

Canada, 17enne su iceberg

con due orsi polari. È vivo

Canada, 17enne su iceberg
 Combattendo l’ipotermia, un cacciatore di 17 anni è rimasto su un iceberg con due orsi polari. Il giovane inuit ha ucciso una orso polare femmina, rimanendo bloccato con i due orfanelli dell’orsa sul pezzo di ghiaccio alla deriva fino a lunedì quando è stato recuperato nel mare Artico canadese.

Il ragazzo era a caccia con lo zio 67enne. Il gatto delle nevi dei due si era rotto e, mentre i due cercavano soccorso a piedi, il ghiaccio si è spezzato. Da sabato, quando il giovane si è ritrovato da solo sul lastrone di ghiaccio, ha navigato per 17 chilometri. Tra sabato e domenica il 17enne, che era armato di fucile, ha scoperto di non essere alla deriva davvero da solo: sul lastrone ghiacciato sono saliti tre orsi, mamma e due cuccioli.  “Ha dovuto sparare agli orsi per proteggersi – ha spiegato una fonte locale – infatti non ha sparato agli altri due orsi che erano con lui sul ghiaccio”.

I due cuccioli sono rimasti con la carcassa della madre e il giovane inuit si è sistemato quanto più lontano possibile da loro. Jean-Pierre Sharp, un ufficiale del centro di coordinamento per gli interventi di salvataggio dell’esercito canadese, ha raccontato che il pilota di un piccolo aereo ha avvistato il giovane domenica pomeriggio. È stata lanciata sul lastrone di ghiaccio un pacco con delle barre di cioccolato e di dolci per il ragazzo. Poi è stato perso di vista, anche se le ricerche sono proseguite nella notte. Lunedì mattina l’equipe di salvataggio a bordo di un aereo dell’esercito ha nuovamente individuato il giovane che è stato tratto in salvo e portato all’ospedale di Churchill per essere curato dall’ipotermia.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog