Cerca

Gb, ingressi più difficili

Brown: "troppi immigrati"

Gb, ingressi più difficili
Qualcuno la chiamava la perfida Albione, e a ben guardare il nomignolo appare oggi più che mai azzeccato. Sarà per i litigi in seno alla Camera dei lord, sarà per l'inasprimento delle misure riguardanti l'immigrazione adottare dal premier Gordon Borwn. Fatto sta che la Gran Bretagna sta cambiando, e si vede. È di poche ore fa, infatti, la notizia di nuove misure che il governo dovrebbe adottare per impedire che medici e altri professionisti che non sono cittadini europei trovino lavoro nel Regno Unito. Brown si è personalmente fatto carico di rendere più severo il sistema a punti in vigore, promettendo di far calare il flusso degli immigrati. Il premier ha detto di capire le preoccupazioni per l'impatto di un aumento della popolazione sugli impieghi e i salari, impatto difficilmente sopportabile in una situazione come quella attuale. Resta da vedere se le misure adottate da Gordon Brown e dal suo governo faranno alzare l'indice di gradimento di un premier che, dopo la lunga egemonia blairiana, stenta a prendere quota negli indici di gradimento dei cittaidni britannici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LuigiFassone

    13 Novembre 2009 - 08:08

    E questo è Brown,laburista fino al midollo ! Se,come la situazio lascia supporre,andrà al potere il pur "mellifluo e molliccio" conservatore Cameron,sarà più difficile per i clandestini varcare la soglia dell'isola che fu d'Albione che per un cammello passare attraverso la cruna di un ago...

    Report

    Rispondi

  • Shift

    13 Novembre 2009 - 08:08

    Sta facendo la cosa giusta, gli inglesi hanno ripreso a ragionare e non si capisce le critiche che il giornalista di Libero gli fa a Brown e agli inglesi.

    Report

    Rispondi

blog