Cerca

Gli inglesi ci ripensano:

"Compriamo i talebani"

Gli inglesi ci ripensano:
Un manuale di combattimento che incita alla corruzione, o quasi. Non made in Italy, ma made in Great Britain. L’esercito ha diffuso un manuale dove alle Forze inglesi si suggerisce anche di comprare I talebani, o potenziali tali, con borse d’oro. Lo riporta il Times. I comandanti, secondo il testo, dovrebbero trattare anche con gli insorti “con le mani sporche di sangue”. Per cercare di raggiungere la fine del conflitto afghano ogni mezzo è buono. Il manuale è anche una revisione della precedente dottrina dei militari, basata sull’esperienza in Irlanda del Nord, in merito alle tattiche da usare contro gli insorti: ormai sono idee datate.

Insomma meglio pagare: al momento la tariffa giornaliera offerta dai talebani alle nuove reclute è di 10 dollari al giorno. “Le armi migliori per combattere gli insorti – ha detto il maggior-generale Paul Newton – non sparano”. I comandanti inglesi hanno replicato dall’Afghanistan e dall’Iraq si sono lamentati delle risorse economiche limitate che hanno a disposizione rispetto a quelle degli alleati americani. La strategia comunque ha già ricevuto delle critiche in patria come il commento di Adam Halloway, un ex ufficiale ora nelle file dei Tory che ha detto che è come “chiudere la porta dopo che il cavallo è scappato: nel 2006 in molti pensavano che fosse più utile pagare le persone delle aree tribali piuttosto che inviare una brigata, ma ormai è troppo tardi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • charybdis

    17 Novembre 2009 - 12:12

    Ma scusate... sono sgomento! Non sono ancora passati che pochi mesi da quando i meravigliosi ed immacolati sudditi di Sua Maesta' scrivevano che i brutti Italiani si compravano i Talebani per non essere attaccati in Afghanistan! Ahahaha... che ipocriti! E chi gli crede piu' a questi (a parte Repubblica)? Vade Retro...!!!

    Report

    Rispondi

  • mrjeckyll

    17 Novembre 2009 - 12:12

    Sesso, droga e denaro sevono a poco contro chi combatte per ideali religiosi e non politici. E chi studia bene il Glorioso Corano sa che accettare soldi dai nemici di Allah non è vietato, anzi, è consigliato, purchè sia fatto con la consapevolezza di tradire i corruttori della fede. Bene, tagliamo le pensioni, scuola, sanità, polizia e paghiamo i partigiani di Maometto. Intelligente! Maledetti pacifisti islamocomunisti arkobaleno.

    Report

    Rispondi

blog