Cerca

Gerusalemme, 900 alloggi

L'ok di Israele sconcerta Usa

Gerusalemme, 900 alloggi
Israele dà il suo assenso per la costruzione di 900 nuovi alloggi nell'insediamento ebraico di Ghilo, zona di Gerusalemme est contesa con i palestinesi. La notizia ha suscitato polemiche, specie a Washington, dove Robert Gibbs, portavoce della Casa Bianca, ha dichiarato: "tutto questo -, insieme alle altre azioni israeliane a Gerusalemme che riguardano le abitazioni, compresa la pratica continua delle espulsioni e delle demolizioni delle case palestinesi - rendono difficile appianare le continue tensioni internazionali" .

Poi prosegue: "In un momento in cui stiamo lavorando per rilanciare i negoziati, queste azioni rendono più difficile un successo per i nostri sforzi" ha spiegato il portavoce della Casa Bianca, ricordando che la posizione americana "è chiara: lo statuto di Gerusalemme è una questione legata allo statuto permanente che deve essere risolta attraverso i negoziati tra le parti".
Mentre gli Stati Uniti avevano chiesto il congelamento dell'operazione, Israele è andato avanti. Anche se per il momento non c'è nulla di fatto, la decisione del premier israeliano Benyamin Netanyahu sembra irremovibile.

Onu, azione illegale- Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon,ha criticato duramente la decisione di Israele. "La colonia di Ghilo - ha sottolineato - è stata costruita su un territorio palestinese occupato da Israele nella guerra del 1967". "Le colonie sono illegali", ha aggiunto, richiamando "Israele a rispettare i suoi impegni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog