Cerca

New Orleans, uragano Katrina

Giudice impone risarcimenti

New Orleans, uragano Katrina
Mercoledì un giudice federale ha stabilito che l’Army Corps of Engineers non ha garantito il sistema di argini a protezione della città di New Orleans, causando le gravi inondazioni a seguito dell’uragano Katrina. La decisione potrebbe causare al governo federale milioni di dollari.
Il giudice distrettuale Stanwood Duval si schiera con alcuni residenti che hanno intentato una causa, sostenendo che lo scarso controllo del fiume Mississippi da parte dell’Army Corps of Engineers ha causato l’allagamento di New Orleans. Tuttavia, il Corpo non può essere ritenuto responsabile per l'inondazione di New Orleans orientale, dove due dei querelanti vivevano.

Duval ha assegnato ai querelanti un risarcimento di 720.000 dollari, ma il governo potrebbe alla fine essere costretto a pagare molto di più.
La sentenza ha avuto una grande risonanza nell’opinione pubblica poiché in molti avevano sostenuto che Katrina - che ha colpito la regione 29 agosto 2005 - fu un disastro causato dall'uomo. Un’infermiera 36enne ha ottenuto 317.000 dollari per danni alla proprietà, più di chiunque altro dei querelanti.
Joe Bruno, uno degli avvocati dei querelanti, ha detto di aspettarsi che il governo presenti ricorso, nonostante la sentenza abbia messo in luce il cattivo operato del Corpo. Durante il processo, gli avvocati e gli esperti del governo hanno sostenuto che il canale di navigazione - scavato nel 1960 come una scorciatoia tra il Golfo del Messico e New Orleans - non può essere l’unica causa del cedimento del sistema di argini.

Nella sua sentenza di 156 pagine, Duval si è detto “assolutamente convinto” che la cattiva gestione del Corpo ha condannato il canale a “crescere da due a tre volte la larghezza di progettazione”, tanto più che “il Corpo ha avuto la possibilità di intraprendere una miriade di azioni per alleviare questo deterioramento e ristabilire la situazione, ma ha omesso di farlo”.
Il Corpo era stato già citato in altri cedimenti di argini con conseguenti inondazioni, ma senza seguiti giuridici. Pierce O'Donnell, un altro avvocato dei querelanti, ha detto che la sentenza segna un precedente in cui per “la prima volta l’Army Corps of Engineers è stata ritenuto responsabile per i danni di una catastrofe che ha causato”.
La causa è stato il primo caso importante contro il governo della Repubblica federale ad andare a processo a seguito dell’uragano Katrina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog