Cerca

La chiesa copre i preti pedofili

Irlanda, cardinale Brady: scusa

La chiesa copre i preti pedofili

Il cardinale Sean Brady, capo della chiesa cattolica irlandese, ha chiesto scusa per gli abusi compiuti da preti cattolici sui bambini. Lo scandalo è stato scoperchiato ieri dopo la pubblicazione del rapporto di una commissione governativa. "Sono profondamente dispiaciuto e provo vergogna", ha affermato Brady, citato dalla Bbc. Il rapporto di 720 pagine esamina il caso di 46 preti accusati di avere abusato sessualmente di minori tra il 1975 e il 2004. Gli inquirenti hanno studiato per tre anni piu' di 60mila documenti. Il rapporto parla di decenni di abusi pedofili compiuti da insospettabili preti irlandesi coperti dalla Chiesa. Sul documento, redatto dalla polizia iralandese, si legge che per molti anni quattro arcivescovi «ossessionati» dalla segretezza hanno protetto «i perpetratori e la loro reputazione» ad ogni costo. Il rapporto, di 700 pagine, è stato reso pubblico dal ministro della Giustizia, Dermot Ahern, che ha garantito: «I colpevoli di questi crimini verranno perseguiti», non solo i pedofili, ma anche i loro protettori.
I quattro indagati, coinvolti nello scandalo, verranno citati per come hanno gestito centinaia di accuse contro 46 sacerdoti responsabili di crudeltà e molestie contro minorenni. Saranno accusati di non aver allertato la polizia su queste vicende, visto che, come emerge dal rapporto, videro come priorità proteggere la Chiesa, invece che i bambini indifesi. Gli arcivescovi si limitavano a spostare i preti pedofili da una parrocchia a un'altra invece di affrontare il problema. Quella della Commissione dell'arcidiocesi di Dublino è la terza inchiesta a scuotere la chiesa cattolica d'Irlanda negli ultimi quattro anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog