Cerca

Strage al Ringraziamento

Uccide i familiari e scappa

Strage al Ringraziamento
Strage in famiglia nel giorno del Ringraziamento. Un uomo di 35 anni di Jupiter, un centro sulla costa, poco distante da Miami, in Florida, è ricercato perché sospettato di aver ucciso a colpi di pistola quattro persone, tra cui una bambina di 6 anni, e averne gravemente ferita una quinta che si trova ora ricoverata in ospedale in gravi condizioni. L'uomo, Paul Michael Merhige, secondo quanto riferito dalla polizia ha sparato mentre si trovava con i suoi familiari e altri amici a casa di una sorella, per la tradizionale festa americana del “Thanksgiving”. Sedute a tavola della famiglia Sitton, per quello che avrebbe dovuto essere un giorno di festa, c'erano in tutto 17 persone.

Secondo quanto riferito dalla polizia, sarebbe scoppiata una lite per motivi ancora imprecisati, in seguito alla quale Merhige avrebbe dapprima lasciato la casa, una villetta tipicamente americana a due piani, in una zona residenziale della città, per poi tornare e cominciare a sparare. Vittime della follia omicida sono state lle sue sorelle gemelle, Lisa e Carla (33 anni), un uomo, Ramon Joseph, e la cugina di soli 6 anni, Makalya Sitton. La bambina stava dormendo nel suo letto. La polizia non ha riferito se la bimba sia stata uccisa volontariamente o accidentalmente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog