Cerca

Russia, azienda di giochi

passa dai bimbi al porno

Russia, azienda di giochi
Se la crisi è alle porte anche per il mercato dei giocattoli, un alternativa può essere di lanciarsi su quello a "luci rosse". Un passaggio non proprio automatico, ma è quello che ha fatto una fabbrica di giocattoli di Celiabinsk, in Russia passando dai peluche per bambini a quelli erotici per adulti, salvandosi così dalla crisi. La Rostoy, che produceva anche vestiti per carnevale, era stata colpita a fine 2008 dalla crisi con perdite vicine al 40%, il licenziamento del 7% del personale e la prospettiva della bancarotta. All’inizio aveva tentato di rimanere sul mercato passando alla produzione di uniformi per varie categorie professionali. Poi la soluzione: la svolta a “luci rosse”.

Quasi la metà del personale ha preferito, però, andarsene non condividendo la scelta dell’azienda, ma la maggioranza ha accettato di confezionare i nuovi peluche: orsacchiotti e tigrotti con membri sessuali, un cuscino a forma di seno e un organo maschile imbottito. Anche la produzione di vestiti da carnevale è profondamente mutata. Sono diventati costumi sadomaso da infermiera, monaca, hostess e ispettore stradale. La sorpresa? Il fatturato si è subito impennato, sollecitando anche l'interesse dei grossisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog