Cerca

Sventato un attentato

a Barack Obama

Sventato un attentato

Denver - Avrebbero dovuto colpire giovedì, durante il corso di investitura del candidato democratico alla Casa Bianca. L’obiettivo era proprio lui, Barack Obama, ma la polizia era sulle loro tracce da tempo e, così, quattro persone, aderenti ad un gruppo neonazista, sono state arrestato a Denver, nel Colorado, dove si è aperta la convention democratica.
Uno degli arrestati avrebbe confessato alla polizia che con i suoi complici intendevano “sparare contro Obama da una posizione favorevole, con un fucile, da una distanza di 750 metri”. Uno dei quattro, ha precisato l'emittente, è stato arrestato domenica dopo la scoperta da parte della polizia di due fucili di alta potenza nel suo autocarro. Un altro degli arrestati, secondo la polizia, era in possesso di una croce uncinata, e potrebbe far parte di gruppi suprematisti e razzisti bianchi. La procura di Denver ha in programma per oggi una conferenza stampa. Il procuratore di Denver Triy Eid ha tuttavia dichiarato ai giornalisti locali di non ritenere che la vita di Barack Obama sia stata realmente in pericolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ziogianni

    26 Agosto 2008 - 17:05

    *** Toc toc! C'è qualcuno che ci crede a questa ennesima pagliacciata "ammerricanata"? A parte i beceri al seguito dei ridicoli nostrani che, ci hanno rotto i zibidei con "l'enfant noir". Sembra quasi che se vincesse il ragazzuolo con consanguineo abbandonato nel tukul, Berlusconi dovrà dimettersi. Pietanza molto salata degna di una certa classe politica politicante finita. In America vincono solo e soltanto le armi ed il petrolio. Arrendetevi, per il vostro bene, finché siete in tempo. Siete spacciati.*

    Report

    Rispondi

blog