Cerca

Dubai, vignetta offensiva

Vietata la vendita del Sunday

Dubai, vignetta offensiva
«Annega il sogno di Dubai». A causa della vignetta così intitolata le autorità dell'emirato hanno vietato la vendita dell'ultimo numero del giornale britannico Sunday Times. La vignetta fa riferimento alla crisi scoppiata dopo la richiesta della Dubai World di congelare il pagamento dei suoi debiti., e offenderebbe l'emiro Mohammed Bin Rashid al-Maktoum, con una didascalia che lo definisce «annegato in un mare di debiti». È quanto si legge oggi sul giornale 'al-Quds al-Arabì. La notizia è stata confermata da una fonte del Consiglio dell'Informazione degli Emirati Arabi Uniti, secondo la quale «non potevamo consentire la diffusione di un giornale che conteneva un'offesa personale perché va contro la nostra tradizione». Il funzionario ha però assicurato che «non si tratta di un bando che riguarda questo o altro giornali internazionali che continueranno a essere distribuiti, come è stato in questi giorni quando ci sono state forti critiche all'emirato di Dubai per la crisi finanziaria che sta attraversando».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • toninopintus

    02 Dicembre 2009 - 09:09

    Esempio di democrazia, libertà, tolleranza. Accade in un paese islamico considerato fra i più moderati. Figuratevu gli altri. In casa loro oscurano tutto ciò che può dare noia o fastidio, ma pretendono di usufruire delle libertà democratiche in casa d'altri: rimuovere crocifissi e buttarli dalla finestra, decidere i menù delle scuole materne, costruire moschee e minareti a iosa, indossare burka, insegnare il corano nelle nostre scuole e così via. Tutto, tranne accettare le nostre regole, le nostre leggi e le nostre tradizioni.

    Report

    Rispondi

blog