Cerca

Mogadiscio, islamici accusano:

"Complotto del Governo"

Mogadiscio, islamici accusano:
Un portavoce dei ribelli islamici somali Shabaab ha negato che il gruppo sia dietro l'attentato suicida che ha colpito un importante hotel di Mogadiscio. «Dichiariamo che al Shabaab non è dietro questa esplosione... noi pensiamo che sia un complotto dello stesso governo». Ma la smentita del braccio armato di al Qaeda suscita dubbi e perplessità tra tutti gli osservatori somali ed internazionali. A parere unanime si tratterebbe di una marcia indietro tattica, dopo la constatazione che la strage aveva suscitato orrore non solo nelle cancellerie internazionali, ma anche tra la popolazione locale e regionale. Il che avrebbe potuto creare seri contraccolpi politici e militari per gli Shabaab. Gli uomini di al Qaeda hanno cercato con la smentita di far passare la tesi secondo cui si sarebbe trattato di una faida all'interno del Governo Federale di Transizione, ipotesi che appare poco credibile. Intanto si aggrava il bilancio dell'attentato kamikaze di ieri nell'hotel Hado, dove era in corso la cerimonia di laurea di studenti di medicina. Tra i morti, tre ministri - un quarto, in coma, è leggermente migliorato e sarà trasportato oggi con altri 15 feriti a Nairobi -, tre giornalisti, uno è deceduto nella notte, e molti studenti e loro parenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Shift

    05 Dicembre 2009 - 12:12

    Gli islamici hanno anche la pretesa che qualcuno gli creda ancora! Questa gente è senza vergogna perchè sono senza coscienza.

    Report

    Rispondi

blog