Cerca

Matrimonio con videogames

Tokyo, ragazzo sposa un avatar

Matrimonio con videogames
Primo matrimonio tra un essere umano e un avatar, ovvero la protagonista di un videogioco. Succede a Tokyo, la metropoli giapponese simbolo di tutto che è video-robot. La cerimonia svolta un mese fa, non ha però valore legale. Si è svolta di fronte a amici dello sposo. Una numerosa comunità di internauti ha assistito in diretta on-line all’unione di Sal9000, un ragazzo 27enne di Tokyo di cuo conosciamo solo il nickname, con Nene Anegasaki, la ragazza virtuale protagonista del video game “Love Plus” della Nintendo.

“Amo questo personaggio, non la macchina - ha spiegato Sal quando gli è stato chiesto come facesse ad amare un dispositivo elettronico -. Capisco al 100% che questo è un gioco e capisco anche perfettamente che non posso sposarla né fisicamente né legalmente”. Tutto ha inizio a settembre, quando Sal ha comprato il videogioco ed è iniziato il corteggiamento. Prima due chiacchiere, poi una cenetta romantica fino alle vacanze insieme a Guam. Alcune foto mostrano Sal su di una spiaggia con il videogioco in mano protetto da una busta di plastica trasparente per non farlo bagnare. Sal, infatti, è pronto a giurare eterno amore a Nene, la ragazza dei sogni e che secondo lui è meglio di una fidanzata in carne ed ossa. “Non si arrabbia se le rispondo in ritardo – spiega Sal – Magari un po’ lo fa, ma mi perdona facilmente”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog