Cerca

Rio, frana su hotel di lusso

21 morti, 10 i dispersi

Rio, frana su hotel di lusso
Una serie di smottamenti di terreno ha sepolto un hotel di lusso e varie ville nella località balneare di Angra dos Reis, una delle destinazioni più esclusive del Brasile, provocando 21 morti. Verso le 4 del mattino (le 7 in Italia), quando ormai la maggior parte degli ospiti si era ritirata dopo il Capodanno, una frana ha completamente seppellito la Pousada Sankay, nella bellissima Praia do Bananal, senza lasciare scampo alle vittime. Solo chi aveva fatto tardi per vedere l'alba si è salvato. Undici morti sono già stati disseppelliti tra le macerie e il fango, e altri tre corpi sono stati ripescati in mare. Si teme che una decina di corpi siano ancora dispersi sotto la valanga di terra e fango. Un altro smottamento di terreno ha colpito sette ville da sogno sul «'morro da Carioca», tutte peraltro illegali, costruite in barba alle leggi ambientali e alle più elementari norme di sicurezza, sui pendii scoscesi non più protetti e raffermati dalla vegetazione tropicale: 7 persone hanno perso la vita. Le piogge torrenziali di questi giorni stanno mettendo a nudo tutte le carenze e i pericoli delle costruzioni abusive e dell'edilizia selvaggia nella zona di Rio, che siano le ville da miliardari di Angra dos Reis, famosa per le ville di Ronaldo, Ayrton Senne e il chirurgo plastico Ivo Pitanguy, o che siano le casupole precarie di mattoni e compensato delle favelas arrampicate sui «morros» di Rio de Janeiro, dove oggi il conteggio dei morti è arrivato a 32. Anche la strada litoranea tra Rio e San Paolo è franata in più punti, e molti turisti avranno difficoltà a tornare a casa in auto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog