Cerca

Herat, battaglia di 72 ore

60 insorti contro gli italiani

Herat, battaglia di 72 ore
Sono giorni di battaglia, per i nostri militari in Afghanistan. Settantadue ore di scontri. È quanto si apprende dal comando di Herat, secondo cui «nei giorni scorsi», nel corso di un'operazione congiunta per il controllo di alcuni avamposti strategici nei pressi di Bala Morghab, nell'ovest del Paese, «militari delle forze di sicurezza afghane e di Isaf, tra i quali i soldati del contingente italiano, sono stati fatti oggetto di ripetuti attacchi con colpi d'arma da fuoco e di razzi controcarro da parte di oltre 60 insorti».

Dal comando di Herat, dove non si parla di feriti tra gli italiani, sottolineano che «l'efficacia della reazione, frutto del coordinamento tra le forze in campo, ha consentito di rispondere al fuoco degli insorti e, grazie a mirate incursioni aeree alleate ed al fuoco delle armi a tiro curvo, garantire in tempi successivi la totale libertà di movimento per le truppe ed il pieno controllo dell'area». Gli scontri, «protrattisi con brevi intervalli per pi— di 72 ore, si sono verificati a Bala Morghab», località in cui sorge la base operativa avanzata che ospita, insieme ad unità dell'esercito afghano e statunitense, i militari italiani della Task Force North su base 151/o reggimento della Brigata Sassari. La stessa base dove l'altro giorno un militare afgano ha sparato, uccidendo un soldato Usa e ferendo due italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog