Cerca

Sesso in chiesa durante la messa

Rischiano tre anni di carcere

Sesso in chiesa durante la messa
Sono stati sorpresi in atteggiamenti intimi all’interno di una chiesa, durante una funzione religiosa. Un agente di polizia e la sua fidanzata erano entrati nella chiesa di Rennertshofen, in Germania, prima della messa del mattino e si erano appartati dietro l’organo che li nascondeva. La coppia e il gesto sarebbero passati inosservati se i 25 fedeli presenti non avessero sentito alcuni gemiti e urla. Di frote a quell’insolito suono, il parroco ha interrotto il suo sermone e una donna, avvicinatasi all’organo, ha scoperto gli amanti in flagrante.
I due sono fuggiti, ma l’agente è stato riconosciuto dai suoi concittadini. Il parroco, Nikolaus Maier, è rimasto ovviamente sconvolto e ha condannato la condotta dei due amanti: «È deplorevole che qualcuno manchi così tanto di rispetto per avere un comportamento del genere».
La polizia ha reso noto che l'agente 26enne è stato sospeso dalle sue funzioni per un periodo ideterminato. Ma i provvedimenti potrebbero non finire qui visto che l'ordinamento tedesco in casi simili prevede una pena che può arrivare a tre anni di carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    14 Marzo 2012 - 15:03

    scusate ma quella non era chiesa , sembrava piuttosto in campanile. se è così cambiate fotografia

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    04 Gennaio 2010 - 16:04

    Non è detto che fosse un luogo poco adatto alle circostanze. L'agente è stato un raffinato intenditore, ha portato la sua amante dietro l'organo. Luogo idoneo ad ispirare una suonata in re maggiore, del più sonoro organo della sua amata, dove la presenza delle canne avrebbero fatto da risonanza. Sarebbe interessante sapere che spartito abbia scelto il poliziotto.Forse una gavotta o un minuetto? Avrà suonato un pezzo a fronte o a tergo? Io credo che abbia optato per una po(r)lca galoppante. Chapeau bas!

    Report

    Rispondi

blog