Cerca

Usa, in arrivo farmaco anti jet-lag

Utile per chi viaggia per lavoro

Usa, in arrivo farmaco anti jet-lag
Una pillola per prevenire il jet-lag: è questa una delle sorprese in cantiere per il nuovo anno già all'esame della Food and Drug Administration (Fda). L'agenzia per il controllo sul mercato dei medicinali Usa potrebbe entro la metà del 2010 dare la sua approvazione al ritrovato.
Il farmaco, prodotto dalla azienda 'Cephalon' della Pensylvania, è già in commercio negli Stati Uniti dal giugno scorso per diversi disturbi del sonno, ma ora promette specificamente di riuscire a prevenire quel senso di sonnolenza e ottundimento che colpisce i viaggiatori che si spostano in breve tempo da una zona oraria del globo all'altra.
Il possibile antidoto al jet-lag si basa sul principio attivo 'armodafinil' e agisce di fatto come un farmaco stimolante.
Il farmaco è stato sperimentato con successo di recente su più di 400 volontari americani che, imbarcati su di un volo notturno dalla costa Est degli Usa alla Francia, hanno preso per 3 giorni alternativamente il medicinale o un placebo.
Sottoposti a test sui livelli di sonno e di capacità di essere rapidamente allerta mentalmente, i volontari che avevano ricevuto il vero farmaco hanno evidenziato di essere nettamente più svegli degli altri.
La Fda ha dato la corsia preferenziale alla revisione del prodotto, il che significa che una decisione al riguardo arriverà prima dell'estate. La Cephalon nel frattempo ha fatto presente che la pillola anti jet-lag, se approvata, sarà mirata ai viaggiatori d'affari e per lavoro che vanno e vengono in pochissimi giorni da diverse zone orarie della terra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • salutedomani

    08 Gennaio 2010 - 11:11

    E’ tra i dieci farmaci più venduti al mondo e viene usata soprattutto per riequilibrare il ritmo sonno-veglia, ma questa sostanza naturale prodotta dalla ghiandola pineale situata nel cervello offre moltissimi benefici. E’ un potente antiossidante, combatte l’invecchiamento, protegge dalle malattie cardiovascolari, arresta le malattie degenerative, rafforza il sistema immunitario, abbassa il colesterolo, riduce la pressione arteriosa e molto altro. E’ chiaro però che la melatonina deve essere purissima e garantita mediante “buona pratica di fabbricazione” controllata, come la TI-MElatonin, il primo integratore cronobiotico, arricchito con zinco e selenio, due elementi che svolgono una potente azione antiossidante e un aumento delle difese immunitarie.... http://www.salutedomani.com/il_weblog_di_antonio/2008/01/melatonina-non.html

    Report

    Rispondi

blog