Cerca

Yemen, gli Ulema minacciano la jihad

Autorizzata la guerra santa in caso di intervento straniero nel Paese

Yemen, gli Ulema minacciano la jihad
«La jihad sarebbe il dovere di tutti i musulmani se una qualunque parte straniera continuasse a voler aggredire o invadere militarmente il nostro paese». Con queste parole, diffuse tramite un comunicato ufficiale, gli Ulema, i teologi islamici dello Yemen, hanno autorizzato il ricorso alla jihad in caso di intervento militare straniero.

Il provvedimento è stato firmato da 150 ulema che rappresentano diverse regioni del paese arabo e letto da sheikh Aref al-Sabri, un membro del parlamento, durante un incontro con la stampa a Sanàa. Nel testo viene proclamata inoltre la contrarietà dei dignitari religiosi «allo stabilimento di basi militari sul territorio yemenita» e «a qualsiasi presenza straniera, qualsiasi accordo militare e qualsiasi cooperazione militare con l'esterno».

Tra i firmatari del comunicato vi è anche Sheikh Abdelmajid Zendani, un influente leader islamista yemenita sospettato da Washington di sostenere il terrorismo, che nei giorni scorsi aveva dichiarato che qualsiasi intervento verrebbe considerato «un'occupazione ostile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog