Cerca

Battisti, asilo politico a marzo

Folha: Lula deciderà un mese dopo la visita di Berlusconi

Battisti, asilo politico a marzo
Il presidente del Brasile Lula potrebbe concedere a marzo l’asilo politico a Cesare Battisti. A segnalarlo è il quotidiano di Sao Paulo "Folha", secondo cui il presidente prenderà la sua decisione un mese dopo la visita del premier Berlusconi  in Brasile, prevista per il 18 febbraio.

Il sì all'asilo politico potrebbe arrivare sulla base di «ragioni umanitarie». Sulle pagine del quotidiano si legge anche che i due paesi, Brasile e Italia, stanno d'altra parte «discutendo i modi per compensare l'eccessiva alleanza che Brasilia ha con la Francia, a detrimento dell'Italia».

Sulla stampa locale viene riportata inoltre la reazione del governo italiano alla dichiarazione di Lula: si riterrebbe «aggressivo e poco elegante» un “no” all'estradizione di Battisti fondato su timori di una presunta «persecuzione politica» contro l'ex terrorista in Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • semovente

    17 Gennaio 2010 - 17:05

    C'è poco da commentare. La natura stessa spiega il tutto.

    Report

    Rispondi

  • ferrarigiuliano

    17 Gennaio 2010 - 10:10

    Battisti e quello che, speriamo di no, gli concederà asilo politico!

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    16 Gennaio 2010 - 19:07

    lasciatelo al Brasile questo delinquente,che se viene in Italia bisogna anche mantenerlo nelle patrie galere,con il costo di 200 Euro e passa al giorno.E magari viene anche applaudito da certa sinistra,come è già successo con altri terroristi della sua risma.Che se ne stia dov'è e non si faccia più nè sentire nè vedere,come fosse morto.In quanto al LulaHoop ci sarà tempo per rendergli pan per focaccia,senza per ora creare un caso internazionale che non conviene a nessuno per un "minus quam..." del genere..

    Report

    Rispondi