Cerca

"Polanski, caso aperto finché non sarà estradato"

Giudice Usa rifiuta di emettere sentenza definitiva sul regista

"Polanski, caso aperto finché non sarà estradato"
Il caso Polanski resterà aperto finchè l'imputato non tornerà in America per fare i conti con la giustizia.

 I legali di Polanski, che si trova agli arresti in Svizzera, avevano chiesto ieri al giudice Peter Espinoza, della Corte Superiore dei Los Angeles, di emettere la sentenza sul caso, relativo ad un rapporto sessuale con una minorenne nel 1978, anche in assenza dell'imputato.

Polanski era fuggito dagli Stati Uniti nel 1978 poco prima del verdetto sulla vicenda. Da allora non ha più rimesso piede in America. Ma il suo arresto alcuni mesi fa in Svizzera ha innescato una battaglia legale per la sua estradizione negli Stati Uniti. I legali del regista sostengono che il loro cliente non può essere estradato perchè il giudice all'epoca responsabile del caso (che nel frattempo è morto) non intendeva punirlo con più di 90 giorni di carcere. In base agli accordi tra Usa e Svizzera questo renderebbe impossibile la estradizione. Ma nella udienza ieri a Los Angeles la pubblica accusa David Walgren ha chiesto al giudice di ribadire la necessità dell'estradizione di Polanski.

 Il giudice ha ammonito comunque Walgren a moderare il suo linguaggio: più volte il District Attorney aveva definito Polanski con termini come «il fuggitivo», «il criminale», «lo stupratore di bambini». Il complicato caso legale vede i legali di Polanski usare tutti gli argomenti possibili per bloccare la estradizione del regista negli Stati Uniti.

 La richiesta degli avvocati del regista di annullare il caso per vizi di forma avvenuti in passato viene controbattuta dalla pubblica accusa con l'argomentazione che finchè Polanski resterà fuggitivo il suo diritto di sfidare il trattamento ricevuto dalla giustizia Usa è sospeso. Una sentenza della Corte d'Appello della California che invitava il mese scorso Espinoza a considerare un verdetto in contumacia è state respinta ieri dal giudice: «La mia scelta è di insistere» perché Polanski compaia in un tribunale americano. Spetta adesso ai giudici svizzeri decidere se estradare o meno il regista negli Stati Uniti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog