Cerca

Vietata marcia anti moschea

Borghezio: l' Islam ci domina

Vietata marcia anti moschea
Colonia - Il sindaco di Colonia, tale Fritz Schramma, ha deciso di impedire la manifestazione “Stop Islam” organizzata dal movimento di destra “Pro Koeln” (che ha conquistato il 5 per cento di voti alle ultime elezioni municipali) per protestare contro una moschea in costruzione e contro il processo di rapida “islamizzazione” della Germania.  Schramma, che stamane ha tenuto un discorso nella piazza del Duomo di Colonia,  ha definito i partecipanti alla suddetta manifestazione “razzisti in borghese”, denunciando la “vecchia cricca dell'Eurofascismo” e concludendo: “Io dico, quella è la porta, Andate a casa!”. E dopo queste parole di accusa contro i manifestanti di destra, il primo cittadino di Colonia ha ufficialmente impedito che la marcia “Stop Islam” avesse luogo con questa semplice motivazione: non è sicura per la città. “La sicurezza degli abitanti di Colonia ha la precedenza su tutto”, ha detto un portavoce della polizia locale.  In effetti, numerosi estremisti di sinistra avevano tentato, già di prima mattina, di forzare il cordone delle forze dell'ordine messo a protezione della piazza riservata al raduno dei populisti di destra. Sempre stamane, inoltre, sconosciuti avevano dato alle fiamme un segnale ferroviario all'ingresso della città, causando la chiusura di una delle principali linee per diverse ore. Nei tafferugli tra agenti e civili contrari alla manifestazione un poliziotto è rimasto ferito al viso da un mortaretto. “In vari punti siamo stati aggrediti da gruppi di estremisti di sinistra”, ha detto il portavoce della polizia locale. Queste aggressioni violente hanno convinto il sindaco, per il bene della città, a impedire ai membri dei “Pro Koeln” e ai loro invitati, circa 1500 rappresentanti della destra populista di tutta l'Europa, di protestare contro la moschea. Per l'Italia, sarebbe dovuto essere presente all’evento il deputato europeo della Lega Nord Mario Borghezio, atteso domani a Ivrea per la festa della Lega. E’ proprio Borghezio a esprimere tutto il suo disappunto per il mancato del raduno: “La decisione delle autorità tedesche di impedire la manifestazione Stop Islam, indetta dal comitato pro-Koeln, conferma pienamente la nostra tesi: siamo di fronte a una strategia islamista di criminalizzazione di chiunque osi parlare o, peggio, dimostrare democraticamente contro il totalitarismo islamico”. Non solo, per il deputato del Carroccio “aveva ragione al cento per cento la grande Oriana Fallaci. È un'Europa vile e tremebonda quella che si è già arresa all'Islam. Noi invece, partigiani della nuova resistenza al totalitarismo del ventunesimo secolo, continueremo incuranti delle loro minacce a lottare contro questo progetto di islamizzazione dell'Europa e per la libertà dei popoli europei”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lionel

    22 Settembre 2008 - 18:06

    Dunque perdonate gli errori di battitura che,a volte.preso dal turbinio dei pensieri,riesco nolente a maltrattare il lettore. Pietà! Lionel.

    Report

    Rispondi

  • lionel

    22 Settembre 2008 - 17:05

    Prova, compagno leghista, ad entrare in moschea. Continuerai a stronzeggiare come hai fatto or ora? (Faccelom sapere). Ciao!

    Report

    Rispondi

  • curatola

    22 Settembre 2008 - 12:12

    nonostante io sia vicino alla politica della lega più che ad ogni altra preferisco si parli non di islamizzazione ma di globalizzazione delle chiese aprendole a tutti i credenti. Abbiamo bisogno di praticanti e non di chiese vuote.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    22 Settembre 2008 - 12:12

    Non è che l'islam ci domina, è che sono talmente ignoranti e quindi prepotenti che fanno un gran casino ad ogni minima occasione. Certo un controllo della immigrazione 'non assimilabile' sarebbe bene ci fosse, anche perchè si riproducono come conigli, ed alla fine....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog