Cerca

Regina del Carnevale di Rio a 7 anni

E' polemica in Brasile: "potrebbe aumentare la percezione che i bambini siano oggetti sessuali"

Regina del Carnevale di Rio a 7 anni
E’ già polemica in Brasile. Tutto alla vigilia del Carnevale di Rio de Janeiro. Tutto per una bimba, di sette anni, proclamata “regina” della scuola di Samba.

L'incredibile storia di Julia Lira, una bambina brasiliana che avrà il ruolo da protagonista nella tradizionale sfilata di carri allegorici della prossima settimana a Rio, sta facendo parlare in Brasile. Julia è stata scelta per il ruolo di «regina» del Viradouro, una delle famose dodici scuole di samba che prendono parte al carnevale carioca. La «regina» del carnevale, uno dei ruoli più ambiti dalle soubrette brasiliane, apre i festeggiamenti nel Sambodromo della città carioca, sfilando per 80 minuti sopra un carro allegorico con abiti succinti e con movenze sensuali, sfidando l'afa soffocante dell'estate brasiliana. Negli anni passati questo ruolo è stato ricoperto dalle attrici Luma de Oliveira e Juliana Paes, veri e propri sex symbol della televisione brasiliana. “Lei è un amore, un bambina carismatica e ha una scioltezza meravigliosa quando è sul carro - ha dichiarato un dei responsabili della scuola, Edson Pereira - Non vogliamo trasformare Julia in una donna. Questo non è il nostro obiettivo”. Il padre della bambina, Macros Lira, presidente della scuola di Samba, difende la scelta e respinge le polemiche. “Julia ha la grinta necessaria per essere regina del carnevale. È incredibilmente seria quando sale sul palco - ha dichiarato Lira - Qualsiasi uomo che provi eccitazione guardando una bambina di sette anni deve farsi vedere da un medico”. Le organizzazioni per la difesa dei diritti dei bambini hanno espresso la loro preoccupazione sull'inopportunità di far interpretare da una bambina “un ruolo così tradizionalmente sexy”. Secondo il Consiglio per la Difesa dei Bambini di Rio de Janeiro, questa situazione farà “aumentare la percezione che i bambini siano oggetti sessuali nella società brasiliana”. Intanto un giudice carioca ha aperto un fascicolo sul caso, e sta valutando se proibire alla famiglia di fare sfilare la piccola Julia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudio66

    08 Febbraio 2010 - 09:09

    aumenta la percezione....... giusto non bisogna far si che la massa percepisca quella che invece è la realtà, cioè che noi europei siamo i più grossi fruitori di turismo sessuale del pianeta, italiani, tedeschi, francesi, ecc... venno in paesi come il brasile o la tailandia e si accoppiano a pagamento con bambini che hanno età comprese tra i 3 e gli 8 anni, però non bisogna farlo percepire, mettiamo lo sporco sotto il tappeto sperando che nessuno sappia niente, bene. Io personalmente penso che bisognerebbe gridarlo da tutte le tv e tutti i giornali con tanto di foto e dati anagrafici dei clienti, ma purtroppo il giornalismo d'inchiesta in questo paese è morto

    Report

    Rispondi

  • vidya

    07 Febbraio 2010 - 21:09

    A me piacerebbe tanto che le bambine di sette anni giocassero con la bambola, succhiassero un lecca lecca, ballassero con le amiche fingendo di essere a una festa al castello e chiedessero al nonno di portarle sulle giostre. Questa esibizione non sarà forse pericolosa, ma conoscendo un pochino l'essere umano non mi stupirei che a qualche mente malata venisse la voglia di andare in Brasile a vedere questa novità, caricarsi la testa di turpitudini e, tornato a casa, non resistesse alla tentazione di allungare le mani verso la nipotina che gli chiede di portarla sulle giostre. Non dimenticherò mai la visione delle bambine di Bangkok col numero sul petto in attesa che qualche bavoso vegliardo ne noleggiasse una per una mezz'ora. E non venite a dirmi che quelle almeno mangiano mentre le altre fanno la fame: non è così che si sfamano i bambini.

    Report

    Rispondi

  • babatulino

    06 Febbraio 2010 - 19:07

    Dolcissima, (mi ricordi qualcuno, su questo giornale, non saprei chi, mah) Dopo il notevole exploit sull'uso dei cannabinoidi vari, superi te stessa con questo commento stupendo, carne giovane e sudata, tipo 2oo giovanetti e giovanette che si accoppiano come animali in una caverna alla luce delle torcie fumose , Ho visto il filmato, a me sembra una dolce bambina innocente, sta solo gocando, come se pettinasse la bambola, o la imboccasse, lontana anni luce dalle sozzure di questo pianeta, Lasciamola giocare, Il demonio esiste solo nella mente di chi lo immagina...Salutoni e bacioni...

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    06 Febbraio 2010 - 19:07

    E chi pensa a quella miriade dei" ninhos de rua"? Forse perchè non partecipano a questa kermesse,non sono degni di alcuna attenzione?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog