Cerca

Nuove tensioni in Caucaso

Abbattuto aereo spia russo

Nuove tensioni in Caucaso
Mosca - Nuovi venti di guerra tra Tbilisi e Mosca dopo che il governo georgiano ha fatto sapere di avere abbattuto un drone, un aereo senza pilota da ricognizione russo, che stava sorvolando un oleodotto sul suo territorio, non distante da Gori, a circa 50 km dalla capitale. La Russia ha smentito l’accaduto definendo “una provocazione mediatica” la dichiarazione di Tbilisi. Stando invece a quanto affermato da Chota Utiashvili, portavoce del ministero dell’Interno, “ieri mattina una pattuglia della polizia georgiana, che si trovava vicino all'oleodotto Baku-Supsa, ha visto un piccolo drone russo, che ha immediatamente distrutto”. “Non abbiamo rilevato alcuna caduta di aerei, né apparecchi abbattuti nella zona di sicurezza” è stata la risposta di Vitali Manushko, portavoce delle forze russe.
Nella scorsa primavera diversi apparecchi georgiani dello stesso tipo, forniti da Israele, erano stati abbattuti dall’esercito di Mosca mentre sorvolavano di cieli dell’Abkhazia, mentre l’8 luglio dei caccia russi avevano violato lo spazio aereo georgiano in Ossezia del Sud e due giorni dopo Tbilisi aveva richiamato in patria per protesta il suo ambasciatore a Mosca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Shift

    23 Settembre 2008 - 15:03

    C'e' poco da fare, l'orso russo non vuole mollare l'osso o, se si preferisce, ci tiene a tenere sulla corda georgiani e amici di costoro. Vogliono influire sia nel presente che nel futuro sul rifornimento di petrolio e gas che passa dalla Georgia, per tenerci noi occidentali sempre sul filo del rasoio e poterci ricattare.

    Report

    Rispondi

blog