Cerca

Rio de Janeiro, via libera alla piccola Julia

La bambina di 7 anni potrà così partecipare alla sfilata come "reginetta"

Rio de Janeiro, via libera alla piccola Julia
L’ok è arrivato da un tribunale di Rio de Janeiro. Julia Lira, la bambina di 7 anni diventata il caso del Carnevale 2010, è stata autorizzata a sfilare alla testa del corteo della sua scuola di samba nonostante le proteste di alcune associazioni per la difesa dell’infanzia. Julia potrà così partecipare come “raihna de bateria”, ovvero “reginetta” alla parata dei carri allegorici del 14 febbraio per la celebre scuola di samba di Viradouro, che è presieduta dal padre Marco e che quest’anno presenterà un tema legato alle spiagge del Messico. La bambina studia danza da quando aveva tre anni. “Qualsiasi uomo che provi alcun tipo di eccitamento guardando una bambina di sette anni dovrebbe andare da un medico”, ha detto il padre. Ma il ruolo delle “rainhas de bateria” del carnevale di Rio è tuttavia quello di “muse sexy”, ispiratrici dell’erotismo nelle danze che affondano le radici in antiche tradizioni afro-americane. Alcuni gruppi per la difesa dei minori avevano presentato ricorso alla magistratura denunciando che quel ruolo, tradizionalmente legato a procaci ballerine con i seni e i glutei nudi, non è adatto per una bimba. Il padre ha respinto ogni polemica ed ha messo in chiaro che la piccola non sfilerà in abiti troppo succinti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    11 Febbraio 2010 - 17:05

    All'esibizione sotto la luce del sole...no eh! Mentre migliaia di Ninhos de Rua,alla mercede di perversi turisti nascosti nell'ombra, beh...allora sì, eh!?

    Report

    Rispondi

  • blueeyesplotter

    11 Febbraio 2010 - 14:02

    Chi apprezza lo spettacolo di una ballerina di sette anni deve solo vergognarsi!

    Report

    Rispondi

blog