Cerca

Il Sudafrica festeggia Nelson Mandela

A vent'anni dalla liberazione dal carcere

Il Sudafrica festeggia Nelson Mandela
Il Sudafrica celebra oggi il ventennale della scarcerazione di Nelson Mandela.  Mandela fu liberato l'11 febbraio del 1990,dopo quasi trent'anni di galera. Solo  quattro anni dopo,  diventerà il primo presidente nero del Sudafrica, sugellando definitivamente la fine dell'apartheid.  Mandela, 91 anni, è atteso stasera in Parlamento a Città del Capo per la sua unica apparizione della giornata. Scrive l'Ansa che dal 1999, quando lasciò la presidenza, il premio Nobel per la Pace ha sempre più limitato le sue frequentazioni a familiari e amici, anche a causa delle sue fragili condizioni di salute. "Mentre si aprivano le porte della prigione, sapeva che la sua libertà significava che il tempo della libertà per tutti noi era arrivato», ha dichiarato nel corso delle celebrazioni, Cyril Ramaphosa, ex braccio destro di Mandela, protagonista dei negoziati che portarono al trapasso dal regime dell'apartheid alla democrazia. "Oggi festeggiamo ma ci ricordiamo dei traguardi che vogliamo raggiungere", cioè la parità delle opportunità per tutti, ha detto il ministro per la Pianificazione, Trevor Manuel, alla folla che danzava e gridava, come 20 anni fa, lo slogan: "Amandla ngawethu",  potere al popolo.

Gli auguri dell'Onu-   L'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, la giurista sudafricana Navi Pillay, ha reso omaggio oggi a Nelson Mandela, a 20 anni dalla sua liberazione. Pillay ha elogiato «la via del perdono e della democrazia» scelti da Mandela, che "non ha cercato di vendicarsi con un razzismo al contrario". Mandela "ha scelto la via del perdono e della democrazia, ma anche quella del buon governo. E, quello che è importante, ha anche scelto di consultare la popolazione sudafricana, senza pensare di avere ragione", ha sottolineato Pillay. "Nelson Mandela ha avuto un ruolo da vero leader: ha rispettato i diritti umani, il diritto al dissenso, l'importanza della libertà di espressione. Ed ha avuto una grande visione di pace, di sicurezza e riconciliazione dimostrando che è possibile sconfiggere anche le forme di discriminazione più radicate", ha concluso-

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog