Cerca

Finlandia, si conoscevano

i killer delle scuole

Finlandia, si conoscevano
Un risvolto agghiacciante: gli autori delle stragi che hanno sparso sangue nelle scuole finlandesi, per due volte nell’arco di nemmeno un anno, si conoscevano. O per lo meno, erano in contatto tra di loro. Una sottile linea rossa che li accomuna.
Era il 7 novembre 2007 quando in un liceo di Jokela, a nord di Helsinki, Pekka-Eric Auvinen fece fuoco lasciando sul terreno otto morti, prima di togliersi la vita. Martedì, invece, lo ha emulato il 22enne Matti Juhani Saari nell’istituto di Kahuajoki, nel sud ovest del Paese scandinavo. Undici i morti, tra di loro anche lo stesso spietato killer. Che si era sobbarcato un viaggio di oltre 300 chilometri per andare a trovare quella che sarebbe poi diventato il suo modello. Le indagini indicano che la lunga trasferta aveva come obiettivo l’acquisto di una semi-automatica calibro 22 da impiegare nell’eccidio. Non è ancora certo se anche Auvinen acquistato la stessa arma, gli investigatori stanno ancora indagando. D’altra parte a Jokela esiste un solo armaiolo.
Jari Neulaniemi, il responsabile delle indagini sul massacro di Kauhajoki, ritiene che sia molto probabile che i due avessero stabilito un rapporto: “Avevano parecchi interessi e hobby in comune, come la passione di sparare, e condividevano le medesime idee, la pensavano in maniera identica. Erano davvero molto simili”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog