Cerca

Somalia, due svedesi

rapiti dai fondamentalisti

Somalia, due svedesi
I fondamentalisti islamici della Somalia rialzano la testa. Nel paese africano, ormai diviso da tempo da una feroce guerra interna, due sminatori svedesi sono stati rapiti da guerriglieri delle corti islamiche. La notizia è stata data da diverse fonti che affermano che i due lavoratori stavano operando a nordovest di Mogadiscio, precisamente a Hodur, dove operavano per contro delle Nazioni Unite per bonificare il territorio dalle mine. “Sono stati prelevati dagli uffici dell’International Medical Corps dopo che gli islamisti hanno preso il controllo della città”, ha riferito una fonte dell’ONU. Secondo alcuni testimoni, le Corti hanno attaccato la città all’alba, ferendo il governatore ed uccidendo una delle sue guardie del corpo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog