Cerca

Pedofilia, Benedetto XVI scrive agli irlandesi

"La lettera aiuterà un processo di pentimento, guarigione e rinnovamento"

Pedofilia, Benedetto XVI scrive agli irlandesi
Benedetto XVI firmerà venerdì la lettera ai fedeli irlandesi sul tema degli abusi sessuali. Lo ha annunciato lo stesso Ratzinger rivolgendosi ai pellegrini riuniti all’Udienza Generale in piazza San Pietro, nel giorno della festa di San Patrizio.

Nel suo intervento, il papa fa subito riferimento agli episodi di pedofilia di cui si sono macchiati alcuni sacerdoti: 
Libero-news.itLibero-news.it

Chiedo a tutti voi di leggerla per voi stessi, con cuore aperto e in spirito di fede. La mia speranza è che essa aiuterà un processo di pentimento, guarigione e rinnovamento

"Oggi è la festa di San Patrizio e in modo speciale saluto tutti i fedeli e i pellegrini irlandesi presenti qui. Come sapete, nei mesi scorsi la Chiesa in Irlanda è stata pesantemente scossa a causa della crisi degli abusi sui minori. Come segno della mia profonda preoccupazione preoccupazione ho scritto una lettera pastorale che affronta questa situazione dolorosa. Firmerò questa lettera nella solennità di San Giuseppe (venerdì 19 marzo, ndr), guardiano della sacra famiglia e patrono della Chiesa universale, e la invierò subito dopo. Chiedo a tutti voi di leggerla per voi stessi, con cuore aperto e in spirito di fede. La mia speranza è che essa aiuterà un processo di pentimento, guarigione e rinnovamento".

Nei mesi scorsi due rapporti governativi, Ryan e Murphy - dal nome dei magistrati che hanno guidato le indagini - hanno rivelato i maltrattamenti negli istituti cattolici e le violenze sessuali sui minori compiuti da preti e religiosi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    17 Marzo 2010 - 15:03

    Santità, l'umanità è strapiena di parole di condanne e di pentimenti ma,guarda caso, i reati perchè di reati penali si tratta, contuinuano imperterriti a verificarsi. E' ora, di parlare di meno e fare qualcosa che sconfigga una volta per zsempre questra pratica del medio evo che era in uso in quelle società. In una società moderna e specialmente nella casa di Cristo,certi crimini non dovrebbero mai più accadere.. Fraterni saluti.

    Report

    Rispondi

blog