Cerca

Elezioni Francia, Sarkozy ko

La sinistra ha il 54,3% dei voti

Elezioni Francia, Sarkozy ko
Non c’è nessun dubbio su quello che sarà l’esito della consultazione. Tutti i sondaggi indicano che sarà confermata la netta sconfitta della maggioranza di destra del presidente Nicolas Sarkozy. A urne ancora aperte, su Twitter e sui siti internazionali sono stati diffusi exit-poll che danno il 54,3% alla sinistra (oltre il 60% nell’Ile-de-France), alla destra il 36,1%, il 8,7% al Fronte nazionale. L’Ump del presidente Sarkozy ha mantenuto solo l’Alsazia, dove ha ottenuto il 47,1% dei voti contro il 38,7 della coalizione di sinistra e il 14,2 dell’estrema destra di Le Pen. Da domani, secondo lo scenario più probabile, scatterà la procedura che porterà al vasto rimpasto nel governo di Francois Fillon.

Unica nota positiva di questo ballottaggio è l’astensionismo in calo nelle regionali francesi. Secondo i dati forniti dal ministero dell’Interno, alle 17 aveva votato il 43,47% degli aventi diritto: più del 39,29% di una settimana fa alla stessa ora, ma in calo rispetto al 51,24% del 2004.

Il sondaggio: “Sarko poco presidenziale” -
Nicolas Sarkozy deve adottare “uno stile più presidenziale”. È quanto chiede la maggioranza dei francesi (il 54 per cento) secondo un sondaggio pubblicato in Francia all'indomani del secondo turno delle regionali, che ha confermato la vittoria della sinistra e la sconfitta dell'UMP. Un terzo degli interpellati dall'Istituto CSA per 'Le Parisien'vorrebbe vedere inoltre “rallentare il ritmo delle riforme”. Il 30 per cento del campione interpellato vuole comunque che il capo dello stato “resti se stesso nella sua maniera di comunicare”, il 33 per cento “che mantenga il ritmo attuale” delle riforme ed il 27 per cento che “le acceleri”. La grande maggioranza dei francesi (61 per cento) auspica che Sarkozy tenga François Fillon come primo ministro: alla guida dello stesso governo per il 31 per cento, per il 30 per cento invece di una squadra ministeriale frutto di un rimpasto profondo. Solo il 21 per cento degli interpellati chiede un cambiamento ai vertici del governo. Sei francesi su dieci sono a favore dell'ingresso nel governo di “personalità non politiche”, il 47 per cento “di nuove personalità venute da sinistra”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • valeria78

    22 Marzo 2010 - 13:01

    IL PAPI d'oltralpe e' capitolato (ha sparato troppe balle)..ora tocca al nostro....

    Report

    Rispondi

  • mab

    22 Marzo 2010 - 12:12

    da inflessibile ministro a capo di stato braghemolle....

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    22 Marzo 2010 - 11:11

    L'avevo detto la Carlà che gli portava sfiga! Mi sembrava di vedere Penelope lui di destra e lei Sinistroide con la puzzetta sotto il nasino. Ma è ovvio anche lui ha fatto poco per la Francia e dare idee a quell’Unione Europea cos' deficitaria che appena sa appena camminare aiutato dalle stampelle della Sinistra la rovina dei Popolo! Esagero? Provate a vedere le vostre tasche, ci sono o no, buchi per le sole monete che vi restano? Sbaglio che Magistrati, (200.000€ Di Pietro, oltre 60000mld£ per Sindacati e formati Partitini del Kaiser, ma serviti a hoc per scranno a vita? Prodi non è stato capace nemmeno di copiare il $ degli States e non lasciando almeno dieci anni il doppio cambio, no ad una solo lingua ufficiale come avevo suggerito il sottoscritto nel 1995, una seconda per la Nazione aderente e terza locale, questo per campanilismo. Così gli extracomunitari c’invadono, la criminalità aumenta e le mille Polizie che manco a dirlo non sono organizzati con un banca dati aggiornato all’avanguardia digitali e biometriche, senza una Forza d’intervento rapido d’Europa, poi sentiamo la Chiesa rimbrottare ma le radici Cristiani” M**ia! Ma in quale mondo vivono questi preti, se poi votano e simpatizzano con una Sinistra e manco si guardano la pagliuzza come i casi di pedofilia e preti, mentre celebrano messe a Boss e No Global? Io penso che un leader e capace come Nicolas Sarkocy, egli doveva spronare gli altri partner Ue, che, a parte Berlusconi bloccato e sempre sotto pressione da Md e media che, alzano polveroni per fare affarucci e tenersi in Casta lo scranno. Ecco le ragioni Francesi, le Sinistre sanno dare colpi di coda e nel loro indole e stily: marchio unico quello di appropriarsi i meriti d’altri ma ovunque hanno portato mote e disordine nei conti ecco dopo la Ddr, L’Urss, pronti ad assorbisci di pagare i misfatti della Grecia e domani chissà pure quelli di Zapatero! http://vincenzoaliasilcontadino.splinder.com/ http://vincenzoaliasilcontadino.ilcannocchiale.it/

    Report

    Rispondi

blog