Cerca

Trichet parla della crisi greca, ma il Parlamento europeo è vuoto

A Bruxelles solo 15 eurodeputati su 700 eletti

Trichet parla della crisi greca, ma il Parlamento europeo è vuoto
La crisi della Grecia non scalda il cuore degli eurodeputati. Nella mattinata di giovedì 25 marzo, a Bruxelles ha parlato  il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet. Il Parlamento europeo, a poche ore dal vertice dei capi di Stato e di governo della Ue chiamati a prendere una difficile decisione sull’emergenza Grecia, era stato convocato in sessione plenaria. Ma ad ascoltare Trichet,  in aula, c’erano appena  una quindicina di eurodeputati, sugli oltre 700 parlamentari eletti lo scorso mese di giugno. Imbarazzato il  presidente dell’Europarlamento, Jerzy Buzek, quando il numero uno della Bce ha iniziato a parlare davanti ad un’aula praticamente vuota. Trichet ha ribadito l’importanza e la necessità di «un’azione determinata ed efficace per garantire la stabilità della zona euro».
Trichet, quindi,  ha spiegato che la Banca centrale europea ha intenzione di mantenere anche nel 2011 le attuali regole sulle garanzie fornite dalle banche in cambio di prestiti, accettando rating fino a ‘BBB-’ e così aiutando la Grecia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • linhof

    25 Marzo 2010 - 20:08

    Trichet è un incompetente, parla a vanvera ed è giusto che parli da solo. Anni fa, quando le cose per l'euro andavano meglio di adesso continuava ad alzare il prezzo dell'euro con la giustificazione, secondo lui, che serviva a combattere l'inflazione, credo che il più imbecille dei ragionieri sappia che se si aumenta il costo del denaro si contribiusce ad aumentare l'inflazione. Trichet, vai a pascolare le capre che non capisci niente!

    Report

    Rispondi

  • ALEX41069

    25 Marzo 2010 - 18:06

    E' triste constatare quanto menefreghismo regna nel cuore delle persone della società di oggi... ma la cosa più grave è quando queste persone non fanno nemmeno finta di lavorare, quando sono tra l'altro profumatamente pagate per essere almeno presenti... e con i soldi degli elettori contribuenti...RIVOLUZIONE...!!! Ecco cosa ci vorrebbe...!!!

    Report

    Rispondi

blog