Cerca

Ingiurie contro Benedetto XVI a Malta

Sui cartelloni di benvenuto per la prossima visita del Papa spuntano la scritta "pedofilo" e i baffetti di Hitler

Ingiurie contro Benedetto XVI a Malta
La persecuzione nei confronti di papa Benedetto XVI, travolto dallo scandalo sui preti pedofili, sembra non avere fine. Dopo le accuse, spesso infondate, c'è chi passa alle offese e sui cartelloni che annunciano la prossima visita di Ratzinger a Malta spuntano le scritte ingiuriose. "Pedofilo", scrivono i maltesi sulle foto del pontefice, cui vengono aggiunti anche i baffi di Hitler. Un portavoce della conferenza episcopale maltese, Kevin Papagiorcopulo, ha riferito alla "France Presse" che i cartelloni vandalizzati a Bahar ic-Caghaq verranno sostituiti e ha ribadito il significato di "arricchimento spirituale che la visita del Papa può portare alla cultura maltese".

Il 17 e il 18 aprile prossimi Benedetto XVI visiterà l'isola del mediterraneo, lasciando l'Italia per la prima volta dallo scoppio dello scandalo. Anche a Malta dal 1999 sono stati registrati diversi casi di abuso sessuale da parte di 45 sacerdoti.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • BRUTTO ROSPO

    18 Settembre 2010 - 17:05

    In queste cose Dio c'entra come i cavoli a merenda: la chiesa è sempre stata una congrega di omosessuali che si sono sostenuti a vicenda per mantenere il potere sul popolo impotente, ma oggi finalmente comincia ad essere difficile anche per loro nascondere le proprie malefatte che sono state sempre sozze ed innumerevoli, causando un'infinità di vittime. Insomma la permanenza dei papi al potere ha dimostrato, come tutto il resto, che non esiste alcun Dio, perchè se esistesse sarebbe l'essere più abietto in assoluto.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    10 Aprile 2010 - 20:08

    Se qualche anima santa dovesse riuscire a togliere il coperchio al vaso di pandora dell'Ecclesialità Vaticana, quello che uscirebbe fuori sarebbe di molto più impressionante dell'inferno della Divina Commedia. Ogni cosa ha il suo tempo e nulla dura all'infinito, all'infuori del pensiero di Dio per cui, anche questa Chiesa avrà la sua implosione,non a causa dei credenti ma, a causa del Clero. amen.

    Report

    Rispondi

blog