Cerca

Associazioni vittime del franchismo a fianco di Garzon

Denunciano i giudici per negligenza

Associazioni vittime del franchismo a fianco di Garzon
Si sono schierate a fianco del noto giudice spagnolo Baltasar Garzon due associazioni di vittime del franchismo, denunciando oggi per negligenza professionale il giudice della Corte Suprema che ha autorizzato l'apertura di un processo nei suoi confronti.
Le due organizzazioni, le sezioni dell'Associazione per il recupero della memoria storica (Armh) di Maiorca e della Catalogna, hanno espresso la loro «profonda indignazione» per il via libera ad un processo avviato dai «rappresentanti ideologici» del «fascista» Francisco Franco. A loro parere, il giudice Luciano Varela ha ignorato i trattati internazionali firmati dalla Spagna, in virtù dei quali le amnistie non si applicano ai genocidi e ai crimini contro l'umanità.

Denunciato per negligenza anche il giudice della Corte Suprema Juan Saavedra, che ha respinto un appello di Garzon.
Garzon, giudice della Audiencia Nacional famoso per le sue inchieste contro la corruzione e le violazioni dei diritti umani, aveva lanciato nel 2008 una indagine sulla morte di oltre 100mila oppositori durante la guerra civile spagnola e la successiva dittatura franchista.
Alcuni mesi dopo Garzon è stato costretto a rinunciare all'inchiesta, trasferendola a corti regionali, su pressione di esperti legali ed esponenti politici conservatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LuigiFassone

    12 Aprile 2010 - 22:10

    Giudice cercasi. per indagare su un antenato di Francisco Bahamonte Franco,detto "il Caudillo". Nacque,l'antenato,circa diciassettemilanovecentoduevirgolaquattro anni fa,in una grotta tra "O fierro" (che sarebbe l'odierno "El Ferrol"..) e Mugurru (Odierno : Mugardos,sobborgo di El Ferrol). pare che costui avesse sottomesso con la sua clava i popoli che abitavano nel raggio di un chilometro dalla sua grotta,abusasse delle loro femmine,e riducesse a poltiglia quelli che si ribellavano ai suoi voleri e alle sue smisurate voglie. Urge indagare,portare a processo le ceneri di questo dittatore,e,se condannate (le ceneri), disperderle nella bocca di un vulcano attivo !

    Report

    Rispondi

  • r2

    12 Aprile 2010 - 21:09

    non interessino a nessuno. In Spagna ci fu uno scontro feroce con atti inumani da entrambe le parti. I sinistri usarono violenza su ogni cosa o persona che avesse connotati cattolici. Fu la sola zona basca che riuscì a fatica a proteggere i propri religiosi o perlomeno nella zona basca non si verificarono fatti troppo efferati. La ferocia che dimostrarono i sinistri non fu da meno di quella che arrivò poi con la vittoria di Franco. Vere e propie rese dei conti come si verificarono nella Jugoslavia e durante la RSI da noi. Sino a quando queste "ricognizioni" storiche saranno fatte in modo di parte non si riuscirà a superare polemiche e forse anche di peggio. Saluti.

    Report

    Rispondi

blog