Cerca

Nucleare, Ahmadinejad propone un'agenzia per il disarmo

Il presidente iraniano ribadisce gli scopi pacifici di Teheran: "Energia per tutti, armi per nessuno"

Nucleare, Ahmadinejad propone un'agenzia per il disarmo

"Si dovrebbe istituire un gruppo internazionale indipendente che pianifichi e vigili sul disarmo nucleare e impedisca la proliferazione". La proposta arriva dal signore del nucleare Mahmoud Ahmadinejad, che ha aperto oggi a Teheran la Conferenza internazionale sul disarmo. Due giorni di incontri e dibattiti, che fanno da contrappunto al summit sulla sicurezza nucleare organizzato a Washington da Barack Obama.

Scopi pacifici - Il presidente iraniano apre sotto lo slogan «Energia nucleare per tutti, armi nucleari per nessuno», per ribadire lo scopo pacifico del suo programma. Nella stessa direzione vanno la proposta di un'agenzia internazionale per il disarmo e il messaggio inviato dal leader supremo, Ayatollah ali Khamenei, che ha negato l'esistenza di un programma segreto in Iran per la costruzione di armi nucleari.

Contro l'Occidente - Nel discorso inaugurale Ahmadinejad ha poi chiesto la cancellazione del potere di veto dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, che si apprestano a lavorare su una bozza di nuove sanzioni contro l'Iran: «Non ci dobbiamo aspettare che Paesi con armi nucleari s'impegnino seriamente nel disarmo, perché un coltello non taglierà mai la sua impugnatura» L'attacco è rivolto in particolare agli Stati Uniti, che, per il leader, dovrebbero essere esclusi dall'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) avendo già usato l'arma nucleare. Non sono mancate inoltre accuse a Israele, per il suo arsenale non dichiarato, e all'Occidente, per il sostegno a Netanyahu.

I partecipanti - Alla conferenza partecipano i ministri degli Esteri di dieci paesi e i vice di altri 14, oltre ad esperti nucleari di una sessantina di nazioni. La Cina è rappresentata da un funzionario del ministero degli Esteri e la Russia da un vice ministro, mentre per gli altri membri permanenti del Consiglio di Sicurezza - Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna - sono arrivate "delegazioni" non meglio specificate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • opinione-critica

    14 Ottobre 2010 - 21:09

    Che bravo questo presidente, gli serve il nucleare perchè è carente di petrolio..va, va...

    Report

    Rispondi

  • Fosca1947

    17 Aprile 2010 - 21:09

    Questa simpatica iniziativa di Ahmadinejad mi ricorda un pò il il primo Congresso mondiale dei partigiani della pace (gli avi dei moderni pacifisti) organizzato nel 1948 in Polonia grazie al disinteressato sostegno di Stalin. Allora, come ora, il motto era un accorato appello “a tutti gli uomini di buona volontà, per l’interdizione assoluta dell’arma atomica". La Storia si ripete...

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    17 Aprile 2010 - 19:07

    naturalmente lui parla del disarmo degli altri, mica del suo.

    Report

    Rispondi

  • primus

    17 Aprile 2010 - 18:06

    Mi chiedo se bisogna ancora dare credito alle stupidaggini che va dicendo questo "fuoriditesta", l'unica soluzione è fare una tavola rasa di tutti questi impiandi "energetici" e in seguito avviare una trattativa,................ prendere o lasciare..............

    Report

    Rispondi

blog