Cerca

Piaga suicidi a Disneyland di Parigi

Già tre dipendenti si sono tolti la vita nel 2010. La dirigenza corre ai ripari

Piaga suicidi a Disneyland di Parigi
Il paradosso è sempre dietro l'angolo. Eurodisney, il parco giochi di Parigi che tanta gioia e divertimento regala a milioni di bambini e bambinoni di tutto il mondo corre ai ripari dopo i tre casi di suicidio registratisi tra i suoi dipendenti nel corso dei primi quattro mesi del 2010.
Una vera e propria piaga aziendale e sociale, tanto che la dirigenza ha deciso di muoversi concretamente con una serie di misure che, nelle intenzioni del CdA, dovrebbero migliorare le condizioni di lavoro e sollevare i dipendenti dallo stress.
In concreto le misure, annunciate oggi nel corso di una riunione straordinaria del comitato lavoro e dipendenti, intendono raddoppiare il numero di posti per gli psicologi, migliorando anche la formazione dei quadri e quella dei responsabili delle risorse umane e dei medici del lavoro.
L'ultimo caso di suicidio è avvenuto lo scorso 26 marzo, quando il dirigente di un ristorante del parco si tolse la vita impiccandosi a casa dopo aver preso un periodo di malattia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sylviaskye

    20 Maggio 2010 - 19:07

    Che tristezza leggere quest'articolo!! Diversi anni fa, ho lavorato all'Eurodisney ed è stato senza dubbio il periodo più bello della mia vita... certo la paga non era un granchè, e il lavoro stressante, ma chissà quanti di noi fanno tutti i giorni un lavoro che non gli piace per una miseria di paga?? Le persone si suicidano con facilità, perchè ormai solo a sentire il telegiornale, è come se nessuno avesse più aspettative, o forse solo perchè sta diventando IMPROPONIBILE ESISTERE.

    Report

    Rispondi

blog