Cerca

L'Arizona sfida Obama

La governatrice repubblicana firma una legge contro l'immigrazione illegale criticata dal presidente Usa

L'Arizona sfida Obama
L'Arizona sfida il presidente degli Stati Uniti, con una legge anti immigrati. Fortemente avversata da Barack Obama, la norma prevede che autorizza le forze dell'ordine ad arrestare anche senza motivo persone sospettate di essere entrate illegalmente nel Paese.

La governatrice repubblicana dell'Arizona Jan Brewer, che non aveva mai espresso sostegno per la misura, ha firmato la conversione in legge del controverso provvedimento in diretta televisiva con il palazzo del governo a Phoenix assediato da cortei di protesta.

La decisione è stata presa "nell'interesse dell'Arizona", spiega la governatrice, e colma un vuoto di potere lasciato dal governo federale per combattere l'immigrazione illegale. I repubblicani assicurano che non ci saranno episodi di discriminazione razziale nell'attuazione del provvedimento, ma l'ampio margine di discrezionalità nell'attuazione di certe misure rende la promessa difficile da mantenere.

Prima ancora della firma, Obama ha criticato la legge che "viola la libertà individuale degli americani".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giovanni1969

    25 Aprile 2010 - 08:08

    forse laggiù nell'arizona (vi ricordate la canzone) hanno visto i disastri sociali dell' immigrazione selvaggia e indiscriminata che abbiamo subito in Italia. evidentemente in arizona i politici sono molto più accorti e soprattutto molto meno imbecilli dei nostri parlamentari ed hanno preferito mettere le mani avanti piuttosto che dopo succeda come quello che è successo con rumeni-albanesi-marocchini qui in Italia. magari li avessimo noi questi politici. ma nella vita ognuno ha ciò che si merita.

    Report

    Rispondi

blog