Cerca

Usa, alluvione in Tenesse: Obama dichiara lo "stato di disastro"

Almeno 29 i morti, migliaia di persone evacuate

Usa, alluvione in Tenesse: Obama dichiara lo "stato di disastro"

In seguito all’alluvione che ha colpito la zona di Nashville, in Tennessee, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha firmato la dichiarazione dello “stato di disastro” per la regione. La misura consente lo sblocco di fondi federali per l'aiuto nelle zone colpite dal disastro.

Il disastro - Le alluvioni che nelle ultime 48 ore hanno colpito gli Stati del sudest degli Stati Uniti, in particolare Tennessee, Mississippi e Kentucky hanno causato 29 morti, ma le autorità non escludono che possano essere trovate altre vittime.
La situazione più grave è a Nashville, in Tennessee. La città del country, soprannominata in America “Music City”, è stata sommersa dalle acque straripate dal Cumberland River. Allagati sia il centro sia alcuni quartieri periferici. Nella sola Nashville i morti accertati sono stati 10, altri 8 nella Davidson County, ai quali si aggiungono altre 11 vittime registrate tra Mississippi e Kentucky.
Le immagini del centro cittadino di Nashville, le cui strade sono trasformate in un fiume in piena che ha allagato case, scuole, negozi, uffici, alberghi, supermercati, ospedali, sono impressionanti. Migliaia di persone sono state evacuate, oltre mille solo a Nashville quelle tratte in salvo.
Tra i tanti edifici allagati, anche il Country Music Hall of Fame, lo stadio della squadra di football dei Titans, e la Bridgestone Arena, teatro di tanti concerti. Il governatore del Tennessee, Phil Bredesen, ha dichiarato lo stato d'emergenza.
Il sindaco di Nashville, Karl Dean, ha invitato la popolazione a non usare l'acqua potabile. «Questa è la nostra Katrina» ha detto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog