Cerca

Uccisero e mangiarono una ragazzina

Condannati per cannibalismo due ventenni di San Pietroburgo

Uccisero e mangiarono una ragazzina
Uccisero una ragazza di sedici anni, affogandola in una vasca da bagno durante una festa, poi, in una notte di raccapricciante follia, ne mangiarono alcune parti, prima di disfarsi del corpo, gettandolo nella spazzatura. Oggi i due autori di quel delitto che ha scioccato la Russia sono stati condannati a 18 e 19 anni di reclusione per cannibalismo.

I due ventenni di San Pietroburgo, un designer floreale e un disoccupato, che agirono nel gennaio del 2009 forse con l'intento di un sacrificio a Satana, sono stati condannati anche a risarcire i parenti della vittima con 25 mila euro ciascuno.

Secondo quanto riportato dai media locali la vittima aveva una relazione con uno dei suoi assassini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arturo deroma

    05 Maggio 2010 - 22:10

    Mi sembra che rispetto alla crudeltà del gesto la condanna non sia adeguata.

    Report

    Rispondi

blog