Cerca

Papa: "La profezia della Vergine non si è ancora compiuta"

Mezzo milione di fedeli accolgono Benedetto XVI nella spianata del Santuario di Fatima

Papa: "La profezia della Vergine non si è ancora compiuta"
L'arrivo del Pontefice a Fatima. Il Papa è stato accolto festosamente dai fedeli che lo attendevano nella spianata del Santuario di Fatima per celebrare la Messa in occasione dell'anniversario dell'apparizione della Madonna ai tre pastorelli (avvenuta il 13 Maggio 1917). Benedetto XVI ha attraversato due volte la spianata con la sua Papamobile: la prima arrivando dalla Casa di Esercizi e la seconda dopo aver indossato i paramenti per raggiungere l'altare. Più volte si è avvicinato ai vetri dell'auto per salutare i fedeli e benedire i bambini. Gli stessi gesti che compiva Giovanni Paolo II.

La profezia non è finita. Anche se non esistono altre parti non rivelate del messaggio di Fatima, le sofferenze della Chiesa e dell’umanità previste dalla Vergine e confidate da Suor Lucia Dos Santos, non sono ancora finite. Esse infatti non riguardavano solo le guerre mondiali, le persecuzioni del comunismo verso i credenti e l’attentato al Papa. Nonostante ciò possiamo e dobbiamo guardare con speranza al futuro di Dio: «Si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa - ha detto il Papa - La famiglia umana è pronta a sacrificare i suoi legami più santi sull'altare di gretti egoismi di nazione, razza, ideologia, gruppo, individuo. È venuta dal Cielo la nostra Madre benedetta offrendosi per trapiantare nel cuore di quanti le si affidano l'amore di Dio che arde nel suo - dice il Pontefice con riferimento al messaggio di solidarietà fraterna che proviene delle apparizioni di Fatima del 1917 - Possano questi sette anni che ci separano dal centenario delle apparizioni affrettare il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria».  Il Papa, quindi dice che la parola chiave di questo segreto è il triplice grido: «Penitenza, Penitenza, Penitenza!».

Affida alla Vergine tutti i sacerdoti del mondo. «I sacerdoti amano Gesù e desiderano tenere fissi gli occhi in Lui, mentre si conclude quest’anno sacerdotale - dice Benedetto XVI nell’omelia della grande messa - Sono qui per affidare alla materna protezione di Maria i sacerdoti, i consacrati e le consacrate, i missionari e tutti gli operatori di bene che rendono accogliente e benefica la Casa di Dio. Essi - ha aggiunto - sono la stirpe che il Signore ha benedetto».

Un pensiero va anche a tutta la terra. «Affido al Cielo tutti i popoli e le nazioni della terra. In Dio, stringo al cuore tutti i loro figli e figlie, in particolare quanti di loro vivono nella tribolazione o abbandonati, nel desiderio di trasmettere loro quella speranza grande che arde nel mio cuore e che qui, a Fatima, si fa trovare in maniera più palpabile - spiega il Papa - La nostra grande speranza getti radici nella vita di ognuno. Il Signore, la nostra grande speranza, è con noi. Nel suo amore misericordioso, offre un futuro al suo popolo: un futuro di comunione con sè».  Parlando alla folla, il Pontefice ha ricordato anche il faticoso cammino di ritorno dall’esilio di Babilonia quando nella Bibbia il popolo di Dio esclama: "Io gioisco pienamente nel Signore, la mia anima esulta nel mio Dio": «Figlia eccelsa di questo popolo - ha detto - è la Vergine Madre di Nazaret, la quale, rivestita di grazia e dolcemente sorpresa per la gestazione di Dio che si veniva compiendo nel suo grembo, fa ugualmente propria questa gioia e questa speranza nel cantico del Magnificat».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andrea1966

    14 Maggio 2010 - 19:07

    pistolotto [pi-sto-lòt-to] s.m. 1 Scritto o discorso ammonitorio ed esortativo; in partic., parte più retorica ed enfatica di un discorso SIN perorazione: ecco che attacca il p. finale 2 Nel gergo teatrale, battuta lunga ed enfatica o pezzo declamatorio scritto per stimolare gli applausi • sec. XVII Invece di leggere le sacre scritture leggi qualche libro cge ti insegni la lingua italiana. Sicuramente lo troveresti piu' vicino alla realta'...

    Report

    Rispondi

  • 11stone

    14 Maggio 2010 - 18:06

    Liberissimo di credere quel che vuoi .......certo non credo di essere " un pistolotto " come dici tu : Io non ti ho offeso . In ogni caso vedi che non conosci bene la Santa Scrittura ?? La Genesi e L'Apocalisse sono libri " simbolici " . Certo la scienza moderna ha posto l'inizio dell'Universo a 13.7 Miliardi di anni fa .....ma il Big Bang non e' in contradizione con il principio Creazionista anzi , ben altro !!! .......Ti pongo a questo punto non una domanda di fede , ma di razionalita' e scienza . Se l'Universo e' fatto a caso ........e non esiste nessun Dio , allora come mai esiste qualcosa , piuttosto che niente ?? ......E se l'Universo e' tutto un caso ......allora perche' le costanti fisiche e chimiche sono tali da permettere l'esistenza della nostra specie , ovvero di vita con autocoscienza propia ?? Se fosse a caso per esempio la velocita' della luce fosse 100000 Km/sec magari certi pianeti non esisterebbero ......e cosi' via .....; forse non tutto e' un caso : Pensaci !

    Report

    Rispondi

  • andrea1966

    14 Maggio 2010 - 17:05

    Le tue citazioni si riferiscono a scritture presenti su un libro. Magari anche su piu' libri, dei quali pero' non condivido il contenuto. Su quelli che leggo io si narra che l'universo e' nato da esplosioni. Da evoluzioni di stelle. Trasformazioni avvenute in milioni di anni e non in 7 giorni. I miei cari gia' defunti, sono tutt'ora dove li hanno seppelliti. Non si sono mossi e non si muovono. Magari il giorni del giudizio risorgeranno, ma saranno in condizioni pietose. Sai quando si muore il corpo si decompone, per cui quel giorno non saranno molto in forma. Comunque tu hai il diritto di vederla a modo tuo. Io e molti altri a modo nostro. Certi pistolotti non dimostrano certo che tu abbia ragione...

    Report

    Rispondi

  • 11stone

    14 Maggio 2010 - 15:03

    ......Caro Andrea ...........e' vero che dobbiamo essere tolleranti e porgerti l'altra guancia .........pero' non stai riflettendo su un punto fondamentale .......Il Signore , che ha in potere " la morte e gli inferi " ( AP capitolo 1 ) e che e' Signore della Storia e dell'Universo ........aspetta tutti quanti ( me compreso ) al palo ........Lui semplicemente dice che l"oceano della Sua Misericordia avvolgera' e salvera' tutti i peccatori compresi quelli con l'anima piu' nera .............il problema e' che se non ci si sottomette alla Sua Misericordia .........non resta che la Sua Giustizia .........; boh .......pensaci un po su ..............se hai ragione tu dopo la morte non c'e' nulla ......e allora non si soffre piu' .......non si sente piu' nulla ...........; ma se ho ragione io .......e gli altri " fessi " o beati .....- dipende dai punti di vista - allora che fai ......ti regali l'infelicita' per l'eternita' ????? Cordiali saluti .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog