Cerca

Giallo in Spagna, trovati due bimbi morti in hotel

I fratellini di 1 e 5 anni erano in vacanza con i genitori a Lloret de Mar. Arrestata la madre

Giallo in Spagna, trovati due bimbi morti in hotel
Giallo in Spagna per la morte di due fratellini britannici di 1 e 5 anni. I due bambini erano in vacanza a Lloret del Mar, insieme ai genitori. Ed è proprio presso la località turistica catalana, nella stanza d'albergo in cui alloggiava la famiglia, che i piccoli sono stati ritrovati privi di vita questo pomeriggio.

A lanciare l'allarme, secondo una prima ricostruzione dei Mossos de Esquadra, immediatamente intervenuti, è stata la madre. A nulla però è valso l'intervento dei servizi medici di emergenza. Per il bambino e la sorellina maggiore era già troppo tardi. Al momento non sono stati diffusi ulteriori dettagli.

Sulla misteriosa morte è stata aperta un'inchiesta. Secondo il quotidiano online El Mundo, la polizia avrebbe fermato la madre delle vittime, che dopo un breve interrogatorio avrebbe confessato di aver soffocato i figli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andrea1966

    20 Maggio 2010 - 11:11

    Hai perso un'occasione per stare zitto. Come si dice "E' meglio tacere e dare l'impressione di essere stupido, che parlare e confermare di esserlo". Come puoi sapere cosa e' passato nella testa di quella madre? Ma non pensi che una madre per ammazzare i propri figli debba essere quanto meno sconvolta? Ma cosa c'entrano gli inglesi? Che poi gli inglesi abbiano i loro difetti non si discute, ma i nostri?

    Report

    Rispondi

  • dellelmodiscipio

    19 Maggio 2010 - 04:04

    Sarò crudele, ho un rapporto di amore-odio con gli inglesi. La notizia richiama alla mente il sospetto omicidio (non proprio volontario, in quel caso ) della bambina inglese scomparsa anni fa, per cui furono indagati i genitori, entrambi medici. Quello che voglio dire è questo: gli inglesi, con tutta la loro letteratura e cultura, variopinta ma di stampo costantemente colonialista (non parlo di Shakespeare, lui ancora no) credono, quando si trovano all'estero, di essere come al di sopra della legge locale, come fossero nell'India di Forster dove loro (i meglio nell'ETNIA europea) erano intoccabili, col loro bel passaporto e la loro lingua da padroni indiscussi della Terra. E per di più lontani da Scotland Yard.

    Report

    Rispondi

blog