Cerca

Dà la notizia falsa della morte della Regina Elisabetta. Sospeso.

Autore della furbata Danny Kelly, conduttore radio della BBC

Dà la notizia falsa della morte della Regina Elisabetta. Sospeso.
Forse voleva solo emulare il grande Orson Welles, quello che il 30 ottobre 1938 dai microfoni della CBS fece credere agli americani che gli alieni stessero sbarcando sulla terra leggendo qualche pagina del romanzo di fantascienza “La guerra dei mondi” di George Wells. Forse voleva rimanere come il suo illustre predecessore radiofonico nella storia del mezzo di comunicazione. Oppure voleva solo intrattenere i radioascoltatori con uno scheck comico un po’ azzardato.
Purtroppo per lui, però, agli inglesi e ai suoi stessi superiori non ha fatto molto ridere la finta notizia della morte della loro regina, data lunedì pomeriggio dai microfoni della BBC dall’anchorman Danny Kelly e che ha subito scatenato polemiche a non finire nella tradizionalista e rispettosa Gran Bretagna.

Ricostruendo la curiosa vicenda, ieri pomeriggio  Danny Kelly, in onda nella regione del West Midlands, iniziava il suo show con le testuali parole: "la Regina Elisabetta   è appena deceduta", pochi secondi di silenzio e via con l’inno “God save the queen”.  Immediata la reazione della producer della trasmissione radiofonica, la quale ha bloccato l’inno intervenendo in onda per bloccare lo scheck.
Purtroppo per la BBC, però, il danno era fatto. Oggi, infatti, gli organi di stampa e i media hanno stilizzato la comicità non intelligente (e senz’altro nemmeno british) del conduttore, accusato di una “battuta priva di tatto”. L’emittente inglese ha immediatamente provveduto a scusarsi senza riserve per il falso annuncio dato.
Non sono bastate le scuse e le giustificazioni, invece, al conduttore.  Nonostante Kelly si sia difeso dicendo che si stava riferendo a un utente di Facebook che si fa chiamare “la sovrana”, oggi la BBC lo ha sostituito per una settimana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dellelmodiscipio

    19 Maggio 2010 - 02:02

    Il sistema inglese è questo, inaugurato credo dal re Enrico... A un certo punto, aumentando enormemente la popolazione a Londra, inurbamento, degrado, extracomunitari ecc. , emise un editto: tutti quelli che venivano sorpresi a rubare venivano subito impiccati, senza tante storie. Mostruoso. Così Londra è diventata Londra, Napoli è rimasta Napoli. Ora a Londra se uno fa cose sbagliate lo licenziano, da noi va al processo e speriamo che se la cava.

    Report

    Rispondi

blog